ZeroGuide: Milano, Roma, Torino e Napoli raccontate e re-immaginate da Zero

Recensioni e illustrazioni per narrare le metropoli del Paese attraverso i luoghi. Ecco l'edizione 2010 dei quattro volumi annuali, tascabili e gratuiti, interpretati da noti illustratori e fumettisti italiani. Sono anche un oggetto da collezione

Quattro volumi annuali, tascabili e gratuiti, interpretati da noti illustratori e fumettisti italiani, raccontano le città attraverso i luoghi più significativi e non convenzionali presenti sul territorio.
Centinaia di recensioni suddivise nelle categorie Bere, Mangiare, Musica, Notte, Cultura, Shopping. La sezione «Altri culti» raccoglie i luoghi connessi al benessere (centri termali, palestre, hammam), alla preghiera (chiese, templi, cimiteri, sinagoghe), allo sport (street spot, circoli, bocciodromi), ai «muri» (edifici per abitazioni, grattacieli, torri), all'occulto (castelli, piazze, grotte, mausolei) e - novità per l'edizione 2010 - tutti gli spazi legati all'ecologia come parchi e giardini, case dell'acqua e del latte, vivai e orti, agriturismi e ciclofficine.
Le ZeroGuide rappresentano uno strumento utile per vivere la città, una guida semplice e veloce da consultare dove ciascuna voce è corredata da puntuali recensioni e informazioni quali orari, indirizzi e recapiti telefonici. Una risorsa da tenere sempre con sé, ma anche un oggetto da collezione, confezionato un cofanetto. Un'interpretazione schietta e provocatoria della città a opera di collaboratori (età media 25 anni) che hanno descritto ciascun luogo attraverso aneddoti del proprio vissuto.
In perfetto stile Zero, le «playlist» (ovvero il «meglio per Zero») danno una lettura trasversale e di sintesi che capta l'anima della città e il suo costante divenire anno dopo anno.
Per Milano, da citare esempi come le «promesse» - luoghi di cultura che dovrebbero aprire nel corso del 2010; per Roma le grattachecche e i negozi di paramenti sacri; a Torino, i caffè storici e i night («per una serata veramente in tiro»), a Napoli i luoghi delle leggende metropolitane e dei mestieri improvvisati (il venditore dei telecomandi presso l'ospedale, «il marettiello» o l'incensatore nelle vie del centro).
Torna infine il tratto distintivo delle ZeroGuide: la creatività dei migliori talenti del disegno e del fumetto contemporaneo. Le sezioni e le pagine interne non sono accompagnate da immagini fotografiche, bensì da disegni - e da un breve fumetto di 6 pagine - realizzati da illustratori italiani, chiamati dal curatore Matteo Stefanelli a reinterpretare in chiave visionaria le atmosfere e i luoghi urbani. Per questa terza edizione: Gabriella Giandelli (Milano), Fabian Negrin (Napoli) e gli emergenti Giacomo Nanni (Roma) e Lorenzo "Lrnz" Ceccotti (Torino).
Zero continua a credere nel disegno e nel fumetto come linguaggi vitali e in pieno rinnovamento che, alternandosi alla parola scritta, fanno emergere simboli, misteri e ipotesi sulle identità in trasformazione delle città italiane.