I pm non mollano: la procura di Milano studia la rappresaglia

Ruby ter, chiesta la proroga delle indagini: il Cavaliere è accusato di corruzione in atti giudiziari. I magistrati: "Molteplici elementi"

N eanche il tempo per l'inchiostro di asciugarsi sulla sentenza della Cassazione che ha assolto Berlusconi per il caso Ruby, ed ecco materializzarsi la notizia che - semmai ce ne fosse bisogno - dimostra che per la Procura di Milano lo scontro con il Cavaliere è tutt'altro che chiuso. Se anche l'ex presidente del Consiglio era innocente dei reati di prostituzione minorile e concussione contestati nel processo principale, per i pubblici ministeri questo non ha alcun effetto nella nuova inchiesta chiamata Ruby 3, quella che vede Berlusconi accusato di corruzione in atti giudiziari per i soldi versati nel corso degli anni a Ruby ed altre ragazze ospiti delle feste di Arcore.

Ieri trapela il contenuto della richiesta di proroga delle indagini preliminari che i pm Tiziana Siciliano e Luca Gaglio, coordinati dal procuratore aggiunto Pietro Forno, hanno fatto recapitare nei giorni scorsi a Berlusconi e agli altri 44 indagati dell'elenco. La richiesta è partita la settimana scorsa, quando la Procura ancora non poteva prevedere l'esito del ricorso in Cassazione ma alla luce della assoluzione definitiva del leader di Forza Italia assume, inevitabilmente, ben altro spessore e significato. Perché nel provvedimento, che in genere è un semplice ciclostilato, i pm stavolta si scoprono più del solito, e fanno sapere di avere già messo le mani su «eterogenei e molteplici» elementi in grado di sostenere le tesi d'accusa: e cioè che i soldi e i favori distribuiti in questi anni da Berlusconi alle ragazze non siano stati, come il Cavaliere continua a sostenere, aiuti umanitari a persone che l'inchiesta aveva rovinato, ma il prezzo dei silenzi e delle bugie delle loro deposizioni. Dagli smartphone e dai computer sequestrati nel corso delle perquisizioni del 17 febbraio, secondo i pm, «sono stati rinvenuti dati di rilievo investigativo la cui mole impone approfondimenti di non poco momento».

La «doverosa attività di ricerca di ulteriori riscontri ai dati già emersi» richiede secondo la Procura altri sei mesi di indagine. Altri sei mesi di graticola, dunque, accompagnati dal flusso costante di indiscrezioni cui si è già assistito in queste settimane. Obiettivo: individuare beni e disponibilità economici tali da rendere inverosimile la versione difensiva, quella degli «aiuti umanitari». Da questo punto di vista, la posizione cui la Procura dedica più attenzione è quella di Ruby, ovvero Kharima el Mahroug, e alle attività imprenditoriali avviate in Messico insieme all'ex fidanzato Luca Risso. Si parla di una rogatoria per ricostruire i flussi finanziari degli investimenti, e nei giorni scorsi sono stati interrogati anche i genitori di Risso.

In realtà tutta questa attività scava intorno a fatti ormai acclarati, ovvero gli aiuti più o meno consistenti forniti da Berlusconi alle comprimarie del suo processo. Il tema vero dell'inchiesta è la motivazione di questi aiuti. Certo, se l'inchiesta facesse terra bruciata intorno alle Olgettine, e qualcuna di loro decidesse di «pentirsi», per la Procura la strada si farebbe in discesa. Ma per il momento, almeno per quanto se ne sa finora, non ci sono avvisaglie di confessioni.

D'altronde, è chiaro come l'assoluzione in Cassazione depotenzi oggettivamente l'indagine del Ruby 3, perché fa sparire dalla scena uno dei possibili moventi. Fin dall'inizio, i pm sospettano che con la convocazione delle ragazze ad Arcore nel gennaio 2011 e poi con gli aiuti economici, Berlusconi volesse impedire soprattutto che raccontassero la verità su un dettaglio cruciale: la sua consapevolezza della vera età di Ruby quando si recò ad Arcore. Peccato che da martedì sera, con la sentenza della Cassazione, è definitivamente accertato che Berlusconi non sapeva di avere davanti una minorenne. Quindi, almeno su questo punto, non c'era niente da nascondere.

Commenti

steacanessa

Ven, 13/03/2015 - 08:36

E intanto Milano e in mano alle bande di delinquenti di tutte le provenienze. Ma dove sono il csm ed il suo numero uno?

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Ven, 13/03/2015 - 08:39

Beh....è ovvio. Se non richiamati dal CSM se il Presidente della Repubblica, non fa sentire la sua voce sono "cani sciolti" certi di agire indisturbati. Accettare, ammettere la SCONFITTA è dura e, stante la posizione occupata, è più semplice "perseguitare" i Cittadini tralasciando processi più importanti dove gli assassini, stupratori, delinquenti, terroristi sono fuori e gli Italiani NON vivono più in un Paese Democratico e libero!

Ritratto di Baliano

Baliano

Ven, 13/03/2015 - 08:45

Sembrano bambinetti dell'asilo a cui sottrai la pallina, o la ruspa "nggheeeee snif sob" che per sfogarsi prendono a calci e pugni i muri... patetici, ridicoli guitti di un pessimo spettacolo.

pieropomiga

Ven, 13/03/2015 - 08:58

in realtà la sentenza non dice cje Berlusconi non sapeva, copsa quasi indimostrabile, ma che non si può sapere con certezza che sapesse E' tutta un'altra cosa, evidentemente

carpa1

Ven, 13/03/2015 - 09:04

E' proprio il caso di ribadirlo: ma andate tutti a caxxre! Quando finirà questa farsa condotta da oltre vent'anni a spese dei contribuenti? Questi hanno ben altri problemi che i vostri, che sono solo quelli di far finta di voler correggere un paese che voi, in primis, avte contribuito a mandare a catafascio (provate a fare un piccolo, ed onesto se vi riesce ma ne dubito, esame di coscienza e ditemi se il backlog di processi civili e penali che avete accumulato è proprio colpa di altri e non vostra; e aggiungetevi anche tutti quelli caduti in prescrizione che, non credo, sia pochi.

MEFEL68

Ven, 13/03/2015 - 09:05

Quando si tratta di Berlusconi, per la sinistra, la Cassazione non è più definitiva e le sentenze si possono tranquillamente discutere e criticare.

19gig50

Ven, 13/03/2015 - 09:25

Ma chiudete quel tribunale di rincoglioniti.

gerry1965

Ven, 13/03/2015 - 09:28

la pm boccasino dovrebbe pagare per un processo che non si doveva fare

pascoll1

Ven, 13/03/2015 - 09:32

A questo punto è evidente che si tratta di stalking. Ma possibile che a Milano lla procura non ha altro da fare.

Ritratto di maurofe

maurofe

Ven, 13/03/2015 - 09:39

Sicuro tanto a loro non costa nulla sperperare soldi pubblici....RESPONSABILITÀ CIVILE....che comincino a pagare per i danni causati finora poi vedrete che la smetteranno di perseguitare le persone!!

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 13/03/2015 - 09:41

La legge è uguale per tutti? Quasi tutti.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Ven, 13/03/2015 - 09:42

La Procura di Milano è una fogna maleodorante. DEVE essere chiusa per effettuare una bonifica radicale che distrugga una volta per tutte il cancro comunista che vi si è annidato da oltre 25 anni.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Ven, 13/03/2015 - 09:47

Da Highlander "alla fine ne rimarrà soltanto uno". Questa vicenda non è più un normale processo ma una battaglia epica fra il BENE ( i magistati milanesi ) e il MALE ( l'oscuro Berluska ). ne verrà fuori un romanzo epico che a Gilgamesh farà un baffo.

Ritratto di ilmax

ilmax

Ven, 13/03/2015 - 09:53

quindi adesso l'accusa è che B. ha pagato i testimoni, prima per saldare la prestazione e poi per mentire. Mentire su cosa? su un fatto che non costituisce reato e che il fatto non sussiste? ma non hanno capito che sono loro a dover essere indagati per essersi inventati tutto e aver costruito un processo su delle seghe mentali? che il CSM intervenga!!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 13/03/2015 - 09:55

Io vivo da anni in Francia e da che sono qui mi sento chiedere che cosa succede in Italia. Scandali in continuazione, politici d'ogni parte che rubano, che cambiano schieramento destra , sinistra, e peggio ancora micro partitini, stipendi sproporzionati e chi più ne ha più ne metta. Mi chiedono, loro che hanno anch'essi idei bei problemi, ma perché non vi ribellate? Perché permettete tutto questo? Governi mai eletti, colpi di stato impuniti, ma che razza di paese é il vostro ? Cosa rispondere? Come giustificare? Come spiegare? Allora rispondo " Non per nulla son venuto in Francia "

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 13/03/2015 - 09:57

Meraviglia della vostra meraviglia. Eppure sono 20 anni che la storia cammina a senso unico, in quella direzione. Del resto, se hanno perso l'ultima battaglia (che è stata comunque un successo quinquennale), altre e decisive ne hanno vinte. E la guerra continuerà, almeno finché lui respira ed anche dopo probabilmente.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 13/03/2015 - 10:03

E te pareva! Ma aleno evitate di chiamarla giustizia, la giustizia é altra cosa! E tra l'altro sarebbe interessante conoscere il parere di Mattarella, sempreché non intenda seguire l'andazzo dei suoi predecessori, Cossiga escluso, accettando tutto e il contrario di tutto dalla casta e dal suo massimo organismo professionale e cioé il famoso CSM!

buri

Ven, 13/03/2015 - 10:03

Era da aspettarselo, sono come cani rabiosi che non mollano l'osso, per un motivo o l'altro vogliono Berlusconi in galera e per giungere aò risultato tutti i mezzi sono buoni e così continua la persecizione senza fine

Ritratto di sergio laterza

sergio laterza

Ven, 13/03/2015 - 10:04

accirili,accirili,accirili.-mandateli a Palermo Boccassini in testa.-

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 13/03/2015 - 10:06

Hanno definitivamente affossato la credibilità di un'istituzione alla base di una democrazia..il problema è grave perche i cittadini non possono intervenire per modificarlo conil voto e la sovranita' che nel la costituzione riconosce al popolo..come nel caso del parlamento e del governo..questi sono funzionari che ricoprono e ricevono un potere per aver vinto un concorso.. e soprattutto sono del tutto autoreferenziali..

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Ven, 13/03/2015 - 10:08

#siredicorinto: le domande che pongono i Francesi ce li poniamo pure noi giornalmente. La migliore risposta è la SUA IDENTITA' che con prrofessionalità rappresenta il megllio di questa Nazione dove ci sono tanti come Lei, onesti e lavoratori, che vengono occultati dalla massa negativa a partire dalla Politica. Ecco, per me questa è la migliore risposta!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Ven, 13/03/2015 - 10:12

Siredicorinto..I francesi non ti chiedono per caso anche come mai il capo dell'opposizione legittimamente votato da milioni di italiani e' stato condannato da un tribunale farsa e limitato nella sua azione politica per quasi un anno. Come succedeva (e ancora nelle succede) nell dittature fasciste e kommuniste ?

Ritratto di Riky65

Riky65

Ven, 13/03/2015 - 10:33

dare un stoppatina a queste teste calde dall'alto del csm ?

BNNCML

Ven, 13/03/2015 - 10:35

BNNCML La voglia di protagonismo che alberga in ognuno di noi, in certi magistrati è elevata alla massima potenza e nessuna sconfitta la fa abbassare. In ciò sono aiutati da certa stampa e da certi giornalisti malati anch'essi di protagonismo parossistico. La malafede di tale gentaglia è molto pericolosa, perchè i protagonisti si nascondono dietro l'indipendenza (da chi?) altri dietro il paravento della libertà di stampa. Loro tolgono onore, dignità, libertà ad innocenti, ai quali nessuno ridarà un risarcimento morale. Questi incoscienti vivono sereni sotto l'ala protettrice del CSM e del suo Presidente. Ci sarà mai una riforma che quanto meno attenui gli effetti deleteri creati da questa mafia dai colletti bianchi?

Rossana Rossi

Ven, 13/03/2015 - 10:45

Caro Siredicorinto hai perfettamente ragione.........il popolo italiano è un branco di caproni a cui viene fatto di tutto e nessuno ha il coraggio di prendere in mano i forconi. E i nostri pseudo-politici lo hanno capito benissimo e fanno solo i loro comodi arricchendosi alle nostre spalle. W gli italioti!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 13/03/2015 - 11:00

Non è facile liberarsi delle zecche.

Ritratto di Chichi

Chichi

Ven, 13/03/2015 - 11:12

«Molteplici elementi», dicono i magistrati, per chiedere un allungamento delle indagini. E se lo dicono loro… Elementi per tenere Berlusconi sulla corda per oltre 20 anni ne hanno trovato…«molteplicissimi» e quando non ce n’erano se li sono inventati. Sono riusciti a farlo condannare solo una volta su decine e decine di procedimenti. Né quella sola condanna entrerà negli annali della giurisprudenza italiana per la sua limpidezza e linearità.

Ritratto di gabrichan46

gabrichan46

Ven, 13/03/2015 - 11:20

Ma se è innocente per i reati cui si riferiscono le testimonianze, perché doveva comprare dei testimoni? Per fargli dire la verità. Non è che per caso c'è ancora in giro qualche intercettazione che non ci hanno fatto ascoltare? Non è che hanno da parte qualche mucchietto di fango che non sono ancora riusciti a spargere?

Ritratto di Chichi

Chichi

Ven, 13/03/2015 - 11:28

Alla notizia dell’assoluzione definitiva di Berlusconi, qualcuno di quelli che lo avevano tradito proprio nel momento di maggiore difficoltà, lasciandolo in balia dei talebani di MD, si sono affrettati a rilasciare dichiarazioni. Irritante per me, il tentativo di lavarsi la coscienza ci Cicchetto: «un processo che non doveva nemmeno cominciare». Dirà la stessa cosa per quello che a Milano vogliono ricominciare o aspetterà prima di vedere come andrà a finire? Sul carro dei vincitori, per quanto solo sopportati e disprezzati, si sta meglio che tra i perseguitati.

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 13/03/2015 - 11:28

Invece di andare a nascondersi ...

Triatec

Ven, 13/03/2015 - 11:34

E' evidente che la Procura di Milano è un insieme di malati di protagonismo e non riusciranno mai a stabilire il momento di smettere per non cadere nel ridicolo... continuando a sperperare soldi di tutti noi e male che vada, non pagheranno mai di tasca propria. E continuano a chiamarla giustizia.

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 13/03/2015 - 11:39

siredicorinto, come facciamo a protestare ? Io vorrei protestare, ma non posso andare a protestare in piazzetta sotto le finestre del Comune. LE' necessario andare a Roma. Ma almeno 75% degli italiani sono fuori mano. Attorno a Roma a due o tre ore di auto o di treno non c'è molta gente (e buona parte sono interessati per ragioni personali a mantenere lo status quo). Per andare a Roma c'è bisogno di almeno due giorni liberi e soldi per viaggio, vitto e alloggio. L'Italia è lunga e la sua capitale lontana. In Francia - e non solo - la capitale è mezzo al paese. Ci arrivi in qualche ora e puoi protestare senza troppi problemi. La questione geografica ha la sua importanza.

Ritratto di Giano

Giano

Ven, 13/03/2015 - 12:38

Per certa magistratura Berlusconi è un reato vivente. E per accusarlo di tutti i reati possibili usano uno strano Codice in cui compaiono articoli poco conosciuti, come questi. Tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge; eccetto Berlusconi. Tutto ciò che Berlusconi dice o fa costituisce prova di reato. Fino alla condanna definitiva vige la presunzione d’innocenza; per Berlusconi vige sempre la presunzione di colpevolezza, anche dopo l’assoluzione. Chiunque si chiami Silvio Berlusconi, risieda ad Arcore e sia o sia stato presidente del Consiglio è colpevole di qualche reato. E se non lo è oggi lo sarà in futuro.

squalotigre

Ven, 13/03/2015 - 12:39

pieropomiga - stia attento a non bagnarsi la testa quando piove, perché la paglia che riempie la sua calotta cranica potrebbe ingrossarsi e crearle dei problemi. Lei dice che non si può dimostrare che Berlusconi sapesse l'età di Ruby. Ed allora perché l'hanno crocifisso con accuse indimostrabili, affermando nel contempo che Silvio sicuramente ne era a conoscenza? Insomma i processi, con accuse infamanti, con una condanna senza prove e che hanno avuto eco su tutti i media del mondo, distruggendo non solo la reputazione di Silvio ma anche la nostra economia e il Governo, che è una istituzione, sono solo dovuti alle paturnie uterine della Boccassini ed alle sue visioni notturne. Ed i danni non solo economici, a carico di chi vanno ascritti?

emilio ceriani

Ven, 13/03/2015 - 14:54

... e lo scorso anno in Italia sono andati prescritti, per decadenza dei termini, oltre 170.000 procedimenti giudiziari. ... e noi anziché attivarci per rimuovere questa vergogna stiamo a discutere del sesso degli angeli.

angelovf

Lun, 30/03/2015 - 00:50

Finirete col morire di odio, l'odio e come un tumore, porta alla morte. Siete in tempo a salvarvi, se volete.