Telecom, truffa ai danni dello Stato:la procura indaga Luciani e Ruggiero

Il neo direttore generale Luciani e l'ex ad Ruggiero indagati per truffa e ostacolo agli organi di vigilanza per un giro di presunte schede Sim false

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

In relazione ai fatti narrati nell'articolo si precisa che il Dottor Riccardo Ruggiero è stato assolto con formula piena con sentenza definitiva di Cassazione n. 2468/2013.

Milano - Luca Luciani, sul punto di diventare nuovo direttore generale di Telecom italia con competenze sull'area latino-americana, e Riccardo Ruggiero, ex amministratore delegato del gruppo, sono indagati dalla procura di Milano per truffa ai danni dello Stato, false comunicazioni sociali e ostacolo agli organi di vigilanza. L’indagine è relativa all’inchiesta sulle presunte sim false, sovrapprodotte e intestate a nomi di fantasia, che servivano ad aumentare il livello di fatturato dell’azienda. I militari della Guardia di Finanza hanno perquisito gli uffici dei due indagati.

Truffa aggravata L’inchiesta, condotta dal procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo, è nata da un rapporto della società di consulenza Deloitte, commissionato dalla stessa Telecom. La truffa aggravata sulle sim false e l’ostacolo agli organi di vigilanza si sono verificati nel contesto di una precisa strategia aziendale portata avanti su input specifico del responsabile della domestic mobile service pro tempore, Luca Luciani, e dell’allora amministratore delegato pro tempore Riccardo Ruggiero. Questo è quanto emerge dal decreto di perquisizione firmato dal procuratore aggiunto di MIlano Alfredo Robledo.