Le proposte accessibili
Le proposte accessibili
Il viaggio infinito di Francesco
"Noi disabili allo stadio siamo tifosi come tutti gli altri"
Disabili a San Siro, "i posti ci sono" ma non vengono utilizzati
Bruxelles, procuratore belga: trovato il testamento di uno dei due fratelli attentatori

La battaglia di Simone

Simone Gambirasio, manager milanese di 32 anni, vuole andare a lavoro con i mezzi pubblici. Ma a Milano, per un disabile, non è scontato. Non sono accessibili tanti tram e tra le fermate metro considerate accessibili da Atm, molte sono servite da uno o più montascale vecchi e lenti che, troppo spesso, si bloccano. Come è accaduto a Simone, che ha dovuto attendere i vigili del fuoco per scendere.

Lui non si arrende: "È una battaglia di civiltà. Noi paghiamo le tasse come tutti. Perché non possiamo usufruire degli stessi servizi? Se i mezzi pubblici non funzionano i disabili non li prendono perché pensano di non poterlo fare. All'estero, infatti, sui tram e sulle metro vedo molti più disabili. La libertà di movimento è troppo importante. Chi non ce l'ha se ne accorge prima degli altri. Milano è migliore di tante altre città italiane, ma questo non la rende adeguata. Deve garantire un diritto fondamentale e oggi non lo fa".

ilGossip

Annunci