Cronache
Sequestrato e rapinato in casa da banda di stranieri: il racconto dell'imprenditore
Napoli
Bambina che rovista nella spazzatura a Napoli
Rapina e aggredisce fidanzati, poi tenta la fuga in Svizzera: fermato nigeriano
Cronache
La Sicilia che cade a pezzi: viaggio a bordo di un tir
Aggredisce barista e due clienti di un bar, poi ferisce 3 poliziotti: fermato 58enne
Donna negli Usa avvelena e uccide il marito con collirio: condannata a 25 anni di reclusione

Il Boeing della Swiss è in avaria. E atterra sul ghiaccio del Polo Nord

Un volo dalla Svizzera a Los Angeles ha messo a dura prova 217 passeggeri, che dopo un atterraggio d'emergenza per un problema tecnico hanno dovuto attendere 14 ore per il cambio di aeromobile in una piccola località del nord del Canada dove la temperatura era di 23 gradi sotto zero.

Il Boeing 777 della SwissAir era decollato da Zurigo mercoledì sera, ma durante il tragitto, per un problema che ha causato lo spegnimento automatico del motore sinistro dell'aereo, è stato costretto ad atterrare nel piccolo aeroporto di Iqaluit, nell'isola artica di Baffin, la cui pista di atterraggio, completamente innevata, è lunga soltanto 2.600 metri ed è generalmente usata per casi di emergenza medica o tecnica sulla rotta polare. Nella località che si trava 200 chilometri a sud del Circolo polare artico non c'erano posti letto a sufficienza e per questo, riferisce la tv svizzera, la compagnia aerea ha dato disposizioni ai 17 membri dell'equipaggio di invitare i passeggeri a trascorrere la notte all'interno dell'aereo, comunque riscaldato, oppure nella sala d'attesa del piccolo terminal dell'aeroporto.

Alla fine i passeggeri hanno optato per restare a bordo. La Swiss ha inviato un Airbus 330 da New York, su cui i passeggeri sono stati imbarcati dopo 14 ore di attesa, proseguendo così il viaggio per la destinazione finale. Su Twitter molti di loro si sono lamentati per l'attesa, ma hanno precisato di essere stati nutriti e di stare bene. Altri invece hanno criticato il fatto che il nuovo aereo arrivato in soccorso li abbia portati solo a New York, da dove è stato più facile trovare poi un collegamento con Los Angeles. Fra le proteste rimbalzate sui socia anche di un cantante diventato una star su YouTube, Leroy Sanchez, che martedì aveva tenuto un concerto a Zurigo. In un tweet ha lamentato che una volta arrivato l'aereo di riserva, i passeggeri hanno dovuto attendere un'altra ora prima di essere imbarcati e altre due prima del decollo.

Commenti
Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 04/02/2017 - 16:43

Primo, bravissimo al pilota, atterrare sulla neve con un BESTIONE del genere su una pista cosi corta è da OSCAR.
Secondo, la rotta polare, la facevo spesso da Francoforte per 6/7 ore vedi solo BIANCO sotto l'aereo, inizi a vedere qualcos'altro quando arrivi sopra il Manitoba e veramente impressionante.

simone64

Sab, 04/02/2017 - 17:26

Leggo che i passeggeri schvizzeri pedofili hanno pure avuto il coraggio di lamentarsi......grazie alla redazione per la gentile pubblicazione

Happy1937

Sab, 04/02/2017 - 18:01

Dovrebbero piuttosto ringraziare il bravo pilota che e' riuscito a salvare le loro vite.

Gaby

Sab, 04/02/2017 - 23:33

Che il giornalista prenda lezioni di geografia. Atterra al Polo Nord...

Ritratto di Renzo Riva

Renzo Riva

Dom, 05/02/2017 - 01:35

Se tutti i passeggeri fossero morti non si lamentava più nessuno.