Marchionne, il manager informale che accolse Merkel in polo
Il super gol di Francesco Totti in partitella
Da giardino reale a favela, il declino di Villa Ada
Francia, aperta indagine su collaboratore Macron per aggressione
Ferma un gruppo di rom che appiccano un rogo e viene aggredito
I 12 calciatori thailandesi ai loro soccorritori: "Grazie per averci salvati"

"I nostri figli, disabili di serie B"

"Un lavoratore con partita iva, genitore di un bambino disabile, non ha diritti". Renata B., 61 anni e un marito lavoratore autonomo che ancora non sa quando andrà in pensione per riuscire ad aiutarla con la figlia Marta, che dalla nascita presenta un ritardo cognitivo e motorio di natura sconosciuta, definito pure come una forma non conclamata di autismo.

Nell'intervista non vuole mostrare il volto, per "un senso di pudore nei confronti dei miei figli". Ma le sue parole risuonano forti e chiare. Il marito probabilmente andrà in pensione con l'Ape sociale, dopo quarant'anni di lavoro e contributi versati. "Le partite iva sono in aumento - sottolinea -, conosco molti giovani costretti ad aprirne una per lavorare. Anche per loro bisogna parlare. Se hanno un problema, un figlio disabile, un genitore malato, devono poter usufruire dei benefici della Legge 104 come gli altri lavoratori dipendenti. Le mamme devono avere diritto alla maternità. Un governo civile deve fare qualcosa anche per loro. Non è necessario sopportare una sofferenza per capire cosa significhi. È una questione di civiltà".

Per leggere l'articolo sulla storia della signora Renata, clicca qui.

(Per segnalare la tua storia scrivi a segnalazioni@monicaserra.it)

kill benito

Calendario eventi

14 Giu - 15 LugRussia 2018
07 Lug - 29 LugTour de France
01 Lug - 18 AgoCalciomercato
19 Ago - 20 AgoInizio Serie A
19 Ago - 25 AgoMeeting di Rimini
29 Ago - 08 SetFestival di Venezia 2018
18 Ott - 28 OttFestival del Cinema di Roma
06 Nov - 11 NovEICMA
07 DicPrima della Scala
01 GenMatera 2019
20 Dic - 06 GenVacanze di Natale
Tutti gli eventi