Napoli
Il ministro Franceschini riapre la Casa del Bicentenario a Ercolano
Politica
Proteste della Lega in Europarlamento, deputato Lega getta a terra cioccolato turco
Milano
Botte al poliziotto che lo coglie sul fatto e gli rompe una costola: arrestato tunisino
Milano
Aggredisce agente che lo sorprende a rubare e lo manda in ospedale: fermato 19enne magrebino
Roma, ingresso negato a Salvini alla discarica di Rocca Cencia
Manovra, oggi la risposta del governo all'Ue

Del Grande: "Non mi piace l'idea di essere accolto come un eroe"

La conferenza stampa del giornalista rilasciato dopo il fermo in Turchia, Gabriele Del Grande. "Non mi piace l'idea di tornare ed essere accolto come un eroe, non mi piace l'idea che un arresto cambi l'idea del mio lavoro", spiega Gabriele Del Grande, "anzi, chiedo di essere giudicato in base al lavoro che ho fatto che faccio e che farò'". Un arresto, prosegue, "a volte può essere causato dalla sfortuna, da un errore, da una un contesto difficile in cui si va a lavorare" quindi "giudicatemi quando usciranno le storie a cui sto lavorando, le storie per cui sono andato dove sono andato". Rispetto a quanto accaduto "come ho detto anche ai poliziotti che mi hanno portato in aeroporto quando ci siamo salutati, vado via dalla Turchia ma non vedo l'ora di tornare, e ho detto loro che andavo via nonostante tutto con un sentimento di rinnovata amicizia verso il popolo turco".