Politica
Conte: "Di Battista? Pd responsabile, io mi fido"
Politica
Governo, Conte: "Renzi? Era nell'aria, sorpreso dai tempi"
Roma
Emergenza rifiuti, a Roma scuole e asili sono assediati dall'immondizia
Reggio Calabria, gattino trascinato per una zampa da un immigrato
"Il batterio New Delhi tende a diffondersi"
Botte sulla compagna, costretta a fuggire in caserma: in manette pregiudicato 40ennne

Le intercettazioni della "banda spaccaossa"

Una vasta operazione denominata 'Tantalo bis', condotta dalla Polizia di Stato in esecuzione di un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Palermo, che ha disarticolato una pericolosissima organizzazione criminale dedita alle frodi assicurative realizzate attraverso le mutilazioni di arti di vittime compiacenti. Sono stati scoperti numerosissimi episodi criminosi in frode alle compagnie assicurative. Sono 34 le persone da fermare dalle Squadre Mobili di Palermo e Trapani, tra questi anche un avvocato palermitano che curava la parte legale di molti dei falsi sinistri. Centinaia risultano inoltre essere le persone indagate. L'associazione criminale disarticolata dalla Polizia di Stato con le indagini dirette dalla Procura di Palermo ha evidenziato "la particolare cruenza degli adepti che non esitavano a scagliare pesanti dischi di ghisa come quelli utilizzati nelle palestre sugli arti delle vittime, in modo da procurare delle fratture che spesso menomavano le parti coinvolte costringendole anche per lunghi periodi all'uso di stampelle e sedie rotelle". Importanti per il buon esito delle indagini le dichiarazioni rese alla Procura della Repubblica di Palermo da parte di alcuni collaboratori. Si tratta di alcune persone tratte in arresto nell'ambito dell'operazione Tantalo della Squadra Mobile di Palermo dello scorso agosto, che dopo l'arresto hanno deciso di collaborare con l'AutoritĂ  giudiziaria.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 15/04/2019 - 13:56

quante barzellette che si devono leggere

Calendario eventi