Cronache
Non sopporta pianto di un bimbo, vicino di casa accoltella padre del piccolo per vendetta
Cronache
Coltello contro i carabinieri che lo controllano, pusher somalo dietro le sbarre
Mondo
Si impicca per attirare l'attenzione della fidanzata, ma lei dorme e non lo salva in tempo
La questura blocca la sardine
Si addormenta all'asilo e non si sveglia più, muore bimbo di 4 anni in Irlanda
Ferisce una donna e 2 uomini, poi devasta un negozio, ma il gambiano torna subito libero

Le parole del prefetto

Dichiarazioni choc: "Una mamma non si accorge che il figlio si droga? Si deve suicidare". Renzi e Alfano lo rimuovono

Commenti

elgar

Dom, 22/06/2014 - 10:45

Non ha tutti i torti. A parte quella frase che è più che altro iperbolica e colorita e forse anche un modo di dire. Conta però tutto il resto. Almeno secondo me. Parecchi genitori hanno abdicato dal proprio ruolo. Spesso certi figli crescono con un solo genitore, in genere la madre, stante il crescente numero di separazioni, e questa o non ha la forza o giustifica il figlio in tutto e per tutto per eccessivo amore o per debolezza o anche lassismo oppure anche certi padri non fanno più i padri. Ma soprattutto perché, sempre secondo me, non si comunica o non si ascolta.

paci.augusto

Dom, 22/06/2014 - 11:14

Ho ascoltato attentamente le parole del prefetto, al 90% assolutamente giuste e condivisibili! E' stato certamente eccessivo nell'espressione incriminata, di pessimo gusto, che però ritengo detta per provocazione! Per il gravissimo problema della droga e dell'alcolismo tra i giovani, sarebbe meglio avere al ministero una persona come lui che non l'ipocrita e inconcludente Alfano!! Fa più danno chi dice una frase infelice o chi mette in libertà centinaia di spacciatori, specialmente magrebini clandestini???!! Gl'ipocriti progressisti così tolleranti, tengano presente che nel loro paradiso cinese gli spacciatori vengono impiccati e lasciati esposti in pubblico per dissuasione!! Senza provvedimenti di contrasto deciso ed energico, sarà sempre peggio!! La severità, messa all'indice dal '68 come ' fascista ', ormai è scomparsa nella famiglia, nella società e nella scuola!! Gli effetti devastanti sono sotto gli occhi di tutti!!!

angelomaria

Dom, 22/06/2014 - 19:12

DAVVERO LA DECADENZA!!!!

brunog

Lun, 23/06/2014 - 04:59

Fa piu' pena che pieta'. Prima di tutto per una persona con quell'incarico dovrebbe parlare la lingua italiana perche' il napoletano non e' la lingua ufficiale.

Prima di puntare il dito contro i genitori e le famiglie, le istituzioni a partire da Napolitano dovrebbero farsi un autoesame e chiedersi se rendono un servizio decente al cittadino, dal momento che il loro lauto stipendio e' pagato dai contribuenti. Questi signori esemplari a parole dovrebbero tenere le strade e le piazze sgombre dalla droga, che poi le famiglie faranno il resto. Si parla tanto di corruzione, ma questo e' da imputarsi solo a chi ci governa e chi ci amministra, l'apparato statale. Questi alti papaveri superstipendiati rinuncino alle auto blu e alla scorta e usiamo le risorse per combattere il crimine