Politica
Avanti ragazzi di Budapest. Così Atreju accoglie Orban
Cronache
"Stai calma, respira": l'operatore del 118 "ostetrico" al telefono
Cronache
Non vuole il padre a casa, 30enne sequestra familiari e minaccia di bruciare l'abitazione
Conducenti aggrediti sul tram a poche ore di distanza da ubriachi: denuncia del sindacato
Botte fra richiedenti asilo incinte, i vicini di casa chiamano le forze dell'ordine
Calci e schiaffi per rapinare un ragazzino: preso solo uno dei due stranieri

Oltraggio ai caduti: caprone pascola sulla fossa comune dei soldati italiani trucidati da Tito

Davanti alla lapide che ricorda la strage di 28 prigionieri di guerra italiani dei partigiani di Tito pascola un caprone. La bestia divora i pochi fili d’erba rimasti nel campo del ricordo, dove lo scorso maggio sono stati riesumati i corpi dei militari italiani della X Mas. Si erano arresi, il 22 aprile 1945, ai titini con la stella rossa sulla bustina, che li hanno ammazzati tutti senza alcuna pietà o rispetto per i prigionieri davanti al cimitero di Ossero fra le splendide isole, oggi croate, di Cherso e Lussino. Il campo della morte, che sarà per sempre intriso del sangue degli italiani trucidati è diventato il pascolo esclusivo di un caprone, come ha documentato con il video che pubblichiamo, Antonio Ballarin, presidente della Federazione degli esuli istriani, fiumani e dalmati.

Calendario eventi