Cronache
Molestie ai passanti, poi il ghanese insulta militari e fornisce false generalità: arrestato
Cronache
Arcelor Mittal: Confindustria Taranto e sindacati insieme verso un un unico obiettivo, la tutela dei lavoratori
Mondo
Uccide fidanzato della figlia, poi la sposa e fa sesso con lei: arrestati entrambi
Mafia, colpo al mandamento di Brancaccio: le intercettazioni
Le immagini del cedimento di via Diocleziano a Napoli
Aggredisce volontario, danneggia la "pantera" e attacca poliziotti: clandestino in manette

"Vai chicco", la gioia dei vigili del fuoco che estraggono vivo un bimbo dalle macerie dell'hotel

Abruzzo, 20 gennaio 2017
Dopo ore e ore a scavare nella neve, al buio, al gelo sei persone ritrovate vive all'interno della valanga che ha travolto l'hotel Rigopiano in Abruzzo.
Hanno trovato rifugio in un sottotetto in cui si è creata una bolla d'aria, grazie alla quale hanno potuto respirare. Due di loro, un bambino e la sua mamma, sono già stati estratti e trasportati, in buone condizioni, all'ospedale civile di Pescara.

(Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev)

Commenti

GUGLIELMO.DONATONE

Mar, 24/01/2017 - 12:27

Rivedo per l'ennesima volta questo video ed ogni volta vengo assalito da una commozione indicibile. Al di là dell'esultanza per il salvataggio di quel bimbo c'è la sconfinata ammirazione per i Vigili del Fuoco, quei nobili ragazzi che lo hanno realizzato e che si sono contesi addirittura la gioia di una carezza al bimbo, una carezza fatta con le stesse mani che fino a poco prima avevano scavato tra la neve e i detriti. Ma perché nascondere il viso di quel bambino? Per difenderne la privacy? Semplicemente ridicolo! I media farebbero bene a difendere lo stomaco di noi lettori non costringendoci a vedere le brutte facce di politici che quotidianamente fanno mostra di sé su giornali e televisioni.

Calendario eventi