Cirinnà: "Marchini? Tanto festeggeremo con Giachetti"
Omicidio Emmanuel, senatrice Bencini si commuove in aula
La Finocchiaro e la gaffe sulle bidelle
La Bianconi si sente male: seduta sospesa
La grillina Lezzi (M5s) spiega perchè cresce il Pil: è merito del caldo
La Pezzopane e l'ex spogliarellista a Domenica Live

Mussolini: "Inchiniamoci al fascismo"

Lite tra un giornalista del Fatto e la senatrice di Forza Italia durante la trasmissione “L’aria che tira” su La7. D’Esposito parla del caso Mose e fa un raffronto con l’epoca del fascismo. E la senatrice: "Mò mi sono rotta, vedendo quello che è successo ora e quello che si è costruito durante il ventennio ci dovremmo inchinare al fascismo"

Commenti
Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 06/06/2014 - 21:19

Brava On. Mussolini pane è pane e vino è acqua; si, oggi se dici vino lo scambiano per acqua perché si ubriacano di alcol puro.
Credo che q

gianrico45

Ven, 06/06/2014 - 21:24

Ha detto la verità,purtroppo la verità agli italiani viene proibita.

Albeola50

Ven, 06/06/2014 - 22:32

Ha ragione la Signora Mussolini,delle cose ben fatte di quel periodo non si parla!!Oggi non combattiamo con le armi,ma stiamo molto peggio.La corruzione,la poverta',la mancanza di lavoro per i giovani ed i meno giovani,stanno distruggendo la nostra tanto amata Patria.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Sab, 07/06/2014 - 00:51

Ha ragione la Mussolini. Questi ciarlatani rossi preferiscono non parlare delle opere realizzate nel periodo fascista. L'ONMI Opera Nazionale Maternità e infanzia. L'INPS Istituto Nazionale Previdenza Sociale. La fondazione di città come Carbonia e Latina. La bonifica della Maremma. Ecc. Ecc. TRINARICIUTI CHE AVETE FATTO VOI? La democrazia delle toghe rosse che mettono in galera i dissidenti dal vostro gregge come Berlusconi?

Ritratto di navigatore

navigatore

Sab, 07/06/2014 - 00:59

il fascismo è stato un periodo storico dell' Italia, con tutti I pregi e difetti, ma negare I pregi e considerare solo I difetti è l' ennesima forma di ottusa mentalità comunista, forse STALIN ha fatto di meglio ??

Cava1981

Sab, 07/06/2014 - 02:42

che dire... purtoppo a ragione la senatrice... col regime c'erano molti meno politici a dover "mangiare"

Iacobellig

Sab, 07/06/2014 - 06:46

Ha ragione la Senatrice.
Alla luce delle ruberie dei politici che da decenni si sono sviluppate in Italia a danno dei cittadini, come è possibile darle torto ?

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Sab, 07/06/2014 - 06:57

Sottoscrivo. Grandissima Alessandra. Degnissima erede. Un bacione. -ripr.ris. - 6,57 - 7.6.2014

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 07/06/2014 - 09:01

il motivo di ciò è molto più semplice di quanto si pensi: il fascismo ha fatto grandi cose: la bonifica delle paludi, la battaglia del grano, l'inps, l'assistenza sociale, case coloniche ai decorati della guerra, ecc. invece la sinistra che ha fatto: piani quinquiennali industriali, che fallivano puntualmente ogni 5 anni, piani agricoli decennali, che raccoglievano solo un misero 10 %, lavoro coatto e coercitivo, punizione per chi non si allinea al pensiero del capo (basti pensare alla corea del nord), restrizioni sulla libertà personale, stipendi uguali per tutti pure per chi lavora 3 ore e chi 15 ore al giorno, e per chi ha una laurea o senza laurea, cmq stipendi sempre uguali per tutti, ecc.... il famoso socialismo dal volto umano :-)

Ritratto di perigo

perigo

Sab, 07/06/2014 - 09:48

La Mussolini ha perfettamente ragione! Guardando quanto si costruito e come si è costruito durante il Fascismo, ci sarebbe da far pensare a tutti quei tromboni che dal dopoguerra in poi hanno pensato esclusivamente al proprio tornaconto personale, lasciando che l'Italia accumulasse, nei confronti degli altri Paesi dell'Occidente, un ritardo storico (ormai difficilmente colmabile) nelle costruzione delle grandi opere.

GimmeSong

Sab, 07/06/2014 - 10:25

bisogna ammirare il coraggio di chi fa dichiarazioni controverse su fatti di cui si dovrebbe duscutete obiettivamente ed onestamente

Ritratto di semovente

semovente

Sab, 07/06/2014 - 10:30

Brava Alessandra, buon sangue non mente. Da molto tempo attendiamo che sia dato al Fascismo il dovuto riconoscimento. In caso contrario si da uno schiaffo alla Vera Storia. Brava Alessandra!

tofani.graziano

Sab, 07/06/2014 - 10:54

Brava Sig.ra MUSSOLINI,su certi argomenti non soccomba mai in una discussione.Oltre a quello che ha menzionato LEI,il fascismo ha preso in mano una nazione a livello semimedievale e quasi del tutto analfabeta che con la riforma della scuola si e' in gran parte risolta,il tutto, insieme alle altre realizzazioni senza ruberie e senza fare debiti.Ma soprattutto ha portato la ns.ITALIA ad essere nazione vera e rispettata nel mondo.continui,SIG.RA MUSSOLINI a testimoniarlo,tanto nessuno che non sia un emerito ipocrita potra smentirla

piantagrassa

Sab, 07/06/2014 - 10:57

perigo CONCORDO IN PIENO!!! Pienamente ragione la Mussolini.

Ritratto di danutaki

danutaki

Sab, 07/06/2014 - 11:19

Pienamente condiviso Sig.ra Mussolini !!!

michele lascaro

Sab, 07/06/2014 - 11:38

Bravissima Alessandra, sono contento che sia stata eletta all'Europarlamento, così darà filo da torcere agli euroburosauri.

ilbarzo

Sab, 07/06/2014 - 12:00

Bene Alessandra,non farti mettere sotto i piedi dal cialtrone giornalista del fatto.Evidentemente non sa,oppure se anche sa, non vuole riconoscere quanto di bene ha fatto tuo nonno Benito nell'era fascista.Tutto quello che il governo Mussolini ha iniziato a fare,lo ha portato a termine a differenza di adesso che i governi iniziano i lavori solo per lucrare.Mussolini ha fatto tantissimo e lo ha fatto solo ed esclusivamente per il bene dalla nazione e dei cittadini,che hai comunisiti piaccia o meno.

disalvod

Sab, 07/06/2014 - 12:13

MI SONO SEMPRE POSTO QUESTA DOMANDA E PERTANTO CHIEDO A QUALCUNO CHE MI SPEGASSE CON CORTESIA E RISPETTO LA DIFFERENZA TRA FASCISMO E COMUNISMO.CHI SONO I SANTI E CHI I DIAVOLI VISTO CHE LA STORIA NON SEMPRE E' STATA SCRITTA CON OGGETTIVITA' DEI FATTI.GRAZIE

ilbarzo

Sab, 07/06/2014 - 12:18

Bene Alessandra,avresti pero' fatto molto meglio se questo giornalista del fatto,lo avevi mandato in quel posto,come giustamente si meritava.Loro,i comunisti non hanno peli sulla lingua e neppure vergogna e ne vanno pure fieri della loro arroganza.Gentaccia di fogna.

Totonno58

Sab, 07/06/2014 - 12:23

Vergognati

Atlantico

Sab, 07/06/2014 - 12:28

E' banalmente ovvio che durante il fascismo ci siano state cose buone ed altre meno buone. Ma, trattandosi di una dittatura, il male supera e, anzi, doppia le cose buone. Chi lo nega è un ignorante o un fascista. Primo invio 12.28

walter54

Sab, 07/06/2014 - 12:31

Brava Sig.ra MUSSOLINI,su certi argomenti non soccomba mai in una discussione.Oltre a quello che ha menzionato LEI,il comunismo, con STALIN, ha preso in mano una nazione a livello semimedievale e quasi del tutto analfabeta che con la riforma della scuola si e' in gran parte risolta,il tutto, insieme alle altre realizzazioni senza ruberie e senza fare debiti.Ma soprattutto ha portato la RUSSIA ad essere nazione vera e rispettata nel mondo.continui,SIG.RA MUSSOLINI a testimoniarlo,tanto nessuno che non sia un emerito ipocrita potra smentirla

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Sab, 07/06/2014 - 12:37

IN ITALIA UNA DESTRA DI AVVOCATICCHI SENZA VERITÁ, BRUTTA E IGNORANTE, VIGLIACCA QUANTO E PIÚ DI UNA SINISTRA CHE É SOLO SCORIA SCONFITTA DALLA STORIA IN TUTTO IL MONDO. ... Perde una destra populista e furbastra per non avere avuto il coraggio della Veritá, per avere rinnegato la Rivoluzione Liberale, avere occultato la necessitá, a 25 anni dalla caduta del Muro di Berlino, di abbattere il peggior Muro di un apparato burocratico statale sopra chi lavora e produce mai esistito al mondo, quello della dittatura dello stato mafioso italiano sopra la pelle della gente onesta ... La necessitá di sgonfiare un apparato burocratico pubblico senza eguali sopra le forze produttive, imprese e lavoratori ... Una destra senza il coraggio della Veritá, governata dalla meschinitá, che ha saputo solo scagliarsi contro i Paesi europei piú virtuosi, ha abdicato a una sinistra statalista ortodossa che é la causa primaria della distruzione e la disgregazione in atto nel Paese .... Perde il Paese ... Un Paese ottuso senza cultura, governato dal conformismo, dalla ignoranza, dall´egoismo, dalla ottusitá, dalla menzogna, dalla violenza mentale, dalla miseria intellettuale al potere ... Un Paese destinato a cadere che deve andare a sbattere forte la fronte per dare la opportunitá a ognuno di farsi molto male e stimolarlo alla necessitá di una rinascita di un rigoroso ordine di valori illuminato dalla Intelligenza, capacitá di creare positivitá, valore e benessere per se stessi e per gli altri.

altair1956

Sab, 07/06/2014 - 13:06

Ne ha fatte di cose, ne ha fatte. Oltre a quanto già detto aggiungiamo:

Opere sociali e sanitarie
1. Assicurazione invalidità e vecchiaia, R.D. 30 dicembre 1923, n. 3184
2. Assicurazione contro la disoccupazione, R.D. 30 dicembre 1926 n. 3158
3. Assistenza ospedaliera ai poveri R.D. 30 dicembre 1923 n. 2841
4. Tutela del lavoratore di donne e fanciulli R.D 26 aprile 1923 n. 653
5. Opera nazionale maternità ed infanzia (O.N.M.I.) R.D. 10 dicembre 1925 n. 2277
6. Assistenza illegittimi e abbandonati o esposti, R.D. 8 maggio 1925, n. 798
7. Assistenza obbligatoria contro la TBC, R.D. 27 ottobre 1927 n. 2055
8. Esenzione tributaria per le famiglie numerose R.D. 14 maggio 1928 n. 1312
9. Assicurazione obbligatoria contro le malattie professionali, R.D. 13 maggio 1928 n. 928
10. Opera nazionale orfani di guerra, R.D.26 luglio 1929 n.1397
11. Istituto Nazionale della Previdenza Sociale (I.N.P.S.), R.D. 4 ottobre 1935 n. 1827 12. Settimana lavorativa di 40 ore, R.D. 29 maggio 1937 n.1768
13. Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (I.N.A.I.L.), R.D. 23 marzo 1933, n. 264
14. Istituzione del sindacalismo integrale con l’unione delle rappresentanze sindacali dei datori di lavoro (Confindustria e Confagricoltura); 1923
15. Ente Comunale di Assistenza (E.C.A.), R.D. 3 giugno 1937, n. 817
16. Assegni familiari, R.D. 17 giugno 1937, n. 1048
17. I.N.A.M. (Istituto per l’Assistenza di malattia ai lavoratori), R.D.11 gennaio 1943, n.138
18. Istituto Autonomo Case Popolari
19. Istituto Nazionale Case Impiegati Statali
20. Riforma della scuole “Gentile” del maggio 1923 (l’ultima era del 1859)
Vogliamo continuare ?

altair1956

Sab, 07/06/2014 - 13:13

Continuiamo:

21. Opera Nazionale Dopolavoro (nel 1935 disponeva di 771 cinema, 1227 teatri, 2066 filodrammatiche, 2130 orchestre, 3787 bande, 1032 associazioni professionali e culturali, 6427 biblioteche, 994 scuole corali, 11159 sezioni sportive, 4427 di sport agonistico.). I comunisti la chiamarono casa del popolo
22. Guerra alla Mafia e alla Massoneria (vedi “Prefetto di ferro” Cesare Mori)
23. Carta del lavoro GIUSEPPE BOTTAI del 21 aprile 1927
24. Lotta contro l’analfabetismo: eravamo tra i primi in Europa, ma dal 1923 al 1936 siamo passati dai 3.981.000 a 5.187.000 alunni – studenti medi da 326.604 a 674.546 – universitari da 43.235 a 71.512
25. Fondò il doposcuola per il completamento degli alunni
26. Istituì l’educazione fisica obbligatoria nelle scuole
27. Abolizione della schiavitù in Etiopia
28. Lotta contro la malaria
29. Colonie marine, montane e solari
30. Refezione scolastica
31. Obbligo scolastico fino ai 14 anni
32. Scuole professionali
33. Magistratura del Lavoro
34. Carta della Scuola Opere architettoniche e infrastrutture
35. Bonifiche paludi Pontine, Emilia, Sardegna, Bassa Padana, Coltano, Maremma Toscana, Sele ed appoderamento del latifondo siciliano. Con la fondazione delle città di Littoria, Sabaudia, Aprilia, Pomezia, Guidonia, Carbonia, Fertilia, Segezia, Alberese, Mussolinia (oggi Alborea), Tirrenia, Tor Viscosa, Arsia e Pozzo Littorio e di 64 borghi rurali, 1933 – 1939
36. Parchi nazionali del Gran Paradiso, dello Stelvio, dell’Abruzzo e del Circeo
37. Centrali Idroelettriche ed elettrificazione delle linee Ferroviarie
38. Roma: Viale della Conciliazione
39. Progetto della Metropolitana di Roma
40. Tutela paesaggistica ed idrologica

altair1956

Sab, 07/06/2014 - 13:20

Continuiamo:

41. Impianti di illuminazione elettrica nelle città
42. Prosciugamento del Lago di Nemi (1931) per riportare alla luce navi romane
43. Creazione degli osservatori di Trieste, Genova, Merate, Brera, Campo Imperatore 51
44. Palazzo della Previdenza Sociale in ogni capoluogo di Provincia
45. Fondazione di 16 nuove Province
46. Creazione dello Stadio dei Marmi (di fronte allo stadio si trova ancora un enorme obelisco con scritto “Mussolini Dux”)
47. Creazione quartiere dell’EUR
48. Ideazione dello stile architettonico “Impero”, ancora visibile nei palazzi pubblici delle città più grandi
49. Creazione del Centro sperimentale di Guidonia (ex Montecelio), dotata del più importante laboratorio di galleria del vento di allora (distrutto nel 1944 dalle truppe tedesche che abbandonavano Roma)
50. Costruzione di numerose dighe -

Quì mi fermo altrimenti non basterebbero altre pagine.

Ritratto di giannibaccin

giannibaccin

Sab, 07/06/2014 - 13:31

Qualcuno mi spieghi perché tutte le volte che bisogna raggiungere un obiettivo sia nello sport, che in azienda ed in molti altri casi ci continuano a ripetere che bisogna far gruppo, far squadra …… e il fascio che cosa rappresenta?

Ritratto di frank60

frank60

Sab, 07/06/2014 - 13:48

Ha ragione la Mussolini. Questi ciarlatani rossi preferiscono non parlare delle opere realizzate nel periodo fascista!!

scipione

Sab, 07/06/2014 - 13:50

Bravissima On Mussolini,questi sinistronzi sono falsi e in malafede.Il fascismo avra' commesso molti errori,ma tirarlo in ballo accostandolo alle mazzette criminali attuali e' vergognoso e spudoratamente falso.

suquartu

Sab, 07/06/2014 - 15:04

Nel ventennio fascista sono state fatte opere immense, in Sardegna, la mia regione, sono state fondate tre città dal nulla. Per questo ci dovrebbe essere un monumento a Mussolini in ogni città. Poi il fascismo ci ha piombato in una guerra assurda, che ha portato l'Italia a piangere centinaia di migliaia di morti.Che ha provocato la distruzione di case, monumenti, infrastrutture.Ha amputato la nazione di territori conquistati con il sangue nelle guerre di indipendenza.Lascio che chi legge (se questo verrà pubblicato) l'incombenza di fare il bilancio tra le cose positive e quelle negative...

tofani.graziano

Sab, 07/06/2014 - 15:21

walter54-Vedo che Lei,privo di argomentazioni che abbiano un minimo di riscontro e veridicita',prende a spunto un mio commento come una esilarante boutade.Prima di tutto Lei e' un emerito ignorante:stalin non ha preso in mano la RUSSIA, bensi' l'unione sovietica.Detto questo,stalin ha fatto,durante la sua dittatura e(badi bene in tempo di pace)20 milioni di morti, per fame,deportazioni,torture etc.Ora rileggendo il suo post non Le sembra di essere un pirla??-Graziano Tofani

Ritratto di stock47

stock47

Sab, 07/06/2014 - 15:53

suquartu, il fascismo fu indirizzato forzosamente ad entrare in guerra proprio dagli inglesi e dai francesi! Lo scopo iniziale dell'entrata in guerra dell'Italia era proprio quello di terminare il compito del Risorgimento, riprendersi quei territori che ancora mancavano all'Italia e che erano sotto mano francese. L'Italia in venti anni aveva fatto un balzo incredibile in avanti rispetto a tutte le altre azioni del Mondo che erano in piena crisi economica, sia in economia, nel sociale, nelle ricerche scientifiche, nell'espansionismo demografico e coloniale. Il suo sviluppo e crescita di potenza militare, oltre ad esserci invidiati da tutto il Mondo, aveva creato dei problemi a Inghilterra e Francia che da sempre si vedevano come potenze egemoniche d'Europa. La presa di possesso della Libia e del Corno d'Africa, attività colonialiste esercitate senza vergogna alcuna dagli stessi inglesi e francesi, erano diventate un pericolo per loro che vedevano svanire il loro completo controllo del Mediterraneo e perfino delle rotte attraverso il canale di Suez per il Medio Oriente, per approvvigionarsi di petrolio. Fu per questo motivo che decisero d'isolare internazionalmente l'Italia, proprio come fanno d'abitudine gli americani prima di attaccare o mettere in crisi economica qualche nazione attuale. L'Italia finì giocoforza nelle mani della triplice alleanza per colpa di questo isolazionismo imposto forzosamente. Qualunque politico si sarebbe visto costretto a fare lo stesso, così come qualsiasi politico, vedendo l'occasione di riprendere territori, che appartenevano storicamente e geograficamente da sempre all'Italia, avrebbe approfittato di una guerra che appariva già vinta. Fu un errore comprensibile e fatto per il bene dell'Italia e non per voglie da condottiero di Mussolini, come si cerca forzosamente di accreditare adesso. L'Italia volevano che rimanesse una nazione debole, gli hanno troncato le gambe e da allora hanno continuato a farlo, ecco perché non riusciamo ad emergere! Appena usciamo fuori la testa dal guscio ce la troncano immediatamente. Adesso hanno deciso di farci sparire come popolo e nazione, tanto per tagliare la testa al toro una volta per tutte. Altro che cose negative, come dice lei! Le cose negative sono quelle che ci vogliono imporre gli altri di riffa o di raffa e pensare di risolvere le cose prendendosela con chi cerca di farci emergere è solo che stupido, oltre che meschino.

vince50

Sab, 07/06/2014 - 16:25

Io mi sono già doverosamente e orgogliosamente inchinato da sempre.Gli errori si possono anche fare,però stabilire se sono stati tali non ci sarà mai consentito da chi "gestisce" la storia da sempre.

ilbarzo

Sab, 07/06/2014 - 16:49

Alessandra,mandalo a quel paese codesto signor pagliaccio che non sa nulla della storia del fascismo. Chi ha vissuto quel vent'ennio non parla certamente come costui.

suquartu

Sab, 07/06/2014 - 17:33

stock47,non sono d'accordo con lei.L'Italia inizialmente non entrò in guerra, e ben avrebbe fatto a continuare a rimanerne fuori. La Spagna lo fece e Franco morì nel suo letto a tarda età.Le sanzioni economiche erano già state revocate dal 1936,dopo la guerra d'Etiopia, e non è vero che l'Italia era isolata internazionalmente.Nella conferenza di Monaco 1938, fra Germania, Inghilterra, Italia e Francia,Mussolini fu il dominatore , prolungando la pace in Europa.Entrare in guerra nel 1940, e successivamente dichiarare guerra agli Stati Uniti nel 1941, fu una follia che compromise quello di buono che aveva fatto prima.

nerinaneri

Sab, 07/06/2014 - 17:45

Dai commenti qui sopra, abbiamo uno spaccato di una parte dell'elettorato di forza italia: molti, infatti, sono i camerati che non si riconoscono nei partiti di destra piu' affini a loro (forza nuova,la destra, fratelli d'italia) ma votano per il partito di berlusconi. Qualcuno potrebbe spiegarmi i meccanismi di questa scelta, di questa evoluzione? Grazie...2° invio

galeno66

Sab, 07/06/2014 - 17:54

La democrazia, conquistata col sangue di migliaia di martiri, consente a questa mezza calzetta, che nulla avrebbe realizzato nella sua esistenza senza il cognome che si ritrova,di poter dire le sciocchezze che dice.

Ritratto di Tora

Tora

Sab, 07/06/2014 - 17:54

Eccoli gli inquisitori comunisti all'opera, guai a proferire parole scorrette politicamente, guai a dire la verità. Che trasmissione idiota condotta da una cerbera stalinista, uno spaccato antropologico sulle devianze psichiche dei trinariciuti. Brava Alessandra!

abbassoB

Sab, 07/06/2014 - 17:57

la solita esternazione di una oca starnazzante,con il commento su questo giornale di un manipolo di DEFICIENTI nostalgici e immagino pure anziani...da appendere subito come suo nonno

Ritratto di stufo

stufo

Sab, 07/06/2014 - 18:04

altair1956..... aggiungerei, non c'erano nè IVA, nè Irap, nè Irpef regionalicomunalirionali, IMU, Tarsu e gabelle varie persino sull'ombra. Ma quanti soldi si mangia 'stà "casta" ?

italianodeluso

Sab, 07/06/2014 - 18:16

Atlantico
Sab, 07/06/2014 - 12:28
E' banalmente ovvio che durante il fascismo ci siano state cose buone ed altre meno buone. Ma, trattandosi di una dittatura, il male supera e, anzi, doppia le cose buone. Chi lo nega è un ignorante o un fascista. Primo invio 12.28
Infatti da troppi anni siamo sotto la dittatura catto/comunista e i risultati si vedono.Atlantico sei solo un povero trinariciuto

mk1

Sab, 07/06/2014 - 18:19

Avrà anche fatto delle cose buone , peccato che ha distrutto tutto in un attimo con la guerra ....no ?

Vorrei vedere voi eroici commentatori , se in attesa di morire dissangiuati perchè sbudellati da una baionetta russa o fatti a brani e sbrindellati da una mitragliatrice greca , come le centinaia di migliaia di italiani che ci sono restati , avreste invocato il Duce o la mamma

CC

terzo invio

yulbrynner

Sab, 07/06/2014 - 18:20

ma quanti fascistelli qui!!! non che il fascismo non abbia fatto nulla di buono ma.. la liberta' che e' la prima cosa non conta nulla??? se la pensavi diversamente da loro erano botte quand oandava bene non potevi riunirti in più di 4 persone le leggi razziali e soprattutto la guerra una tragedia umana e econoimica tanti giovani vite sacrificate x nulla x la pazzia del duce.. e cio' annulla tutte le leggi che aveva fatto x il popolo.. sensibilità SOTTOZERO 450.000 vite umane non patitine pai o san carlo.. ma che gente SCHIFOSA E INSULSA

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 07/06/2014 - 19:10

Andatelo a raccontare ai tedeschi che in Libia aspettavano benzina per i carri armati di Rommel mentre dalla Sicilia le petroliere arrivavano piene di acqua di mare!!!!

Ritratto di marystip

marystip

Sab, 07/06/2014 - 19:37

ha semplicemente detto una cosa ovvia e lampante; in 20 anni il fascismo ha fatto tante di quelle cose che i successori partigiani (bianchi e rossi) in settanta sono riusciti solo a sfasciare. E l'hanno fatto apposta perchè non si conservi la memoria dei loro fallimenti.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 07/06/2014 - 20:26

Andatelo a raccontare alle popolazioni della Cirenaica gasate dagli assassini di Graziani!

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Sab, 07/06/2014 - 20:26

Si inchiniamoci: per sputare con maggiore precisione!

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 07/06/2014 - 20:50

Praticamente il Giornale e` un covo di Fsscistoni che l'hanno fatta franca a Piazzale Loreto, e di poveri dementi che il fascismo non l'hanno conosciuto, ma che lo celebrano senza cerebro. La Mussolini si inchini e apra la sua bocca tumefatta da vajassa, come facevano le minorenni con suo marito.

francesconeglia

Sab, 07/06/2014 - 22:51

Credo che di quel periodo solo poche persone ormai conoscono l'accaduto, tutti gli altri conosciamo quello che l'antifascismo
prima e il comunismo dopo hanno permesso che si poteva sapere, enfatizzando i fatti cattivi e sottacendo tutti gli altri. Il fascismo è morto, ucciso dal cancro comunista che del mondo è un offesa all'umanità per le centinaia di milioni di morti ammazzati e sempre taciuti e per avere già ridotto in stato di schiavitù, miliardi di esseri umani, cosiddetti 'proletari', sempre in nome di una ideologia indegnamente e subdolamente presentata, il comunismo, divenuto nel frattempo LA SINISTRA, sta falcidiando e martellando il futuro di tutti i proletari, che ingenuamente e molto stupidamente l'appoggiano con il voto, pensando di dare una mano
a chi li difende. Il demonizzato e inesistente fascismo dei nostri giorni è una scusa della sinistra per istituire definitivamente quelle dittature che hanno portano allo smantellamento di tutte le democrazie conquistate con lotte terribili. Tutta la sinistra ha contribuito, specialmente questi ultimi vent'anni, alle distruzioni e ai fallimenti che stiamo vivendo oggi. E' colpa della sinistra se oggi siamo quasi tutti col 'culo per terra' e se vogliamo controllare se è vero..... basta riflettere sulla Cina, l'URSS e la Cambogia. L'Europa, se non apriamo in tempo gli occhi, diventerà una regione 'fac-simile'. I giornali, la tv e i giornalisti tutti non possono denunciare niente e nessuno, perché verrebbero immediatamente 'silurati', siamo invece i cittadini che dobbiamo erudirci, specialmente sulle scelte politiche sinistra.

denteavvelenato

Sab, 07/06/2014 - 23:28

@Totonno58 Lei ha perfettamente ragione, purtroppo questa non conosce neanche minimamente il significato di quella parola

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Sab, 07/06/2014 - 23:46

A parte l'ignoranza conclamata, ma ne avete di coraggio a sparare tante cazzate tutte in una volta sola. Suvvia tenete un po per le altre aperture di bocca della sen.ce Scema

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Dom, 08/06/2014 - 06:38

Omar ma che gli italiani siano stati e sono dei traditori questa non è una novità.La Germania lo sa e non solamente lei anche gli usa lo sanno.

Duka

Dom, 08/06/2014 - 07:20

Ha perfettamente ragione: per i ladri di stato si aprivano le porte della galera, mentre ora li mandano in convento oppure destinati ad altra sede con tanto di aumento di stipendio.

Spidipizza

Dom, 08/06/2014 - 08:29

certo, anche Hitler ha fatto costruire strade e scuole tra un genocidio e l'altro.

odifrep

Dom, 08/06/2014 - 09:40

Prendo in prestito queste poche righe di stock47 (15:53) perché ogni italiano, con un minimo di onestà intellettuale, possa tenerle impresse nella mente.................................... :"""""L'Italia finì giocoforza nelle mani della triplice alleanza per colpa di questo isolazionismo imposto forzosamente. Qualunque politico si sarebbe visto costretto a fare lo stesso, così come qualsiasi politico, vedendo l'occasione di riprendere territori, che appartenevano storicamente e geograficamente da sempre all'Italia, avrebbe approfittato di una guerra che appariva già vinta."""""...............................................................Il Cav. Benito MUSSOLINI, ebbe a dichiarare :" Hitler è fanatico e vuole la guerra io non sono in grado di convincerlo" dal Sunday Telegraph di Londra. L'entrata in guerra dimezzò i danni, contrariamente, la Germania ci avrebbe rasa al suolo annientandoci anche l'inno di Mameli. W IL DUCE.

odifrep

Lun, 09/06/2014 - 18:33

@ pravda99 (20:50) - credo che la tua bile sia al traguardo. Attento al fegato e riguardati perché dal troppo livore, potrebbero saltare le coronarie.

Annunci