Mondo
Brexit, Parlamento britannico boccia accordo May-Ue
Politica
Battisti, Bonafede: "Nessun accanimento, ma chi sbaglia paga"
Politica
Decreto sicurezza, Appendino: "Sbagliato che i sindaci disobbediscano"
Migranti, Conte: “Ue deve fare di più per l’Africa e anche per se stessa”
Tav, Ponti (Commissione costi benefici): “Io non sono pagato per il mio lavoro”
Tav, Cottarelli: “Migliori dati migliore analisi, decisione dipende da Governo italiano e francese”

Scampato alla decapitazione, pilota acrobatico scherza sull'accaduto

Reno, Nevada. Durante la finale della Reno Championship Air Races, l'aereo "Hot Stuff" guidato dal pilota Thom Richard è stato colpito da un altro velivolo o in fase di decollo. L'ala dell'aereo, passando a pochi centimentri dalla desta di Thom a 100km/h, gli ha colpito la mano che reggeva il tettuccio, fratturandogliela. Entrambi gli aerei coinvolti hanno riportato gravi danni. In seguito all'incidente gli organizzatori hanno deciso di rivedere i protocolli di decollo per evitare altri incidenti in futuro. Intanto Thom, scampato alla decapitazione, appena uscito dall'ospedale ha rilasciato un'intervista nella quale ha affermato allegramente: "Ho usato una delle mie nove vite. A che servirebbero se non le usassimo?"

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 22/09/2016 - 14:34

Ma il pilota dell'aereo dove stava guardando? Scommetto che stava messaggiando su WhatsApp....

Calendario eventi