Ponte Morandi, Bucci: “Da Sblocca cantieri tre fasce indennizzi per zona arancione”
Corruzione, Rixi: “Su Siri M5s ha pensato più ai voti che alla stabilità”
Venezia, bengalese armato di coltello tenta rapina in auto: fermato
‘Ci avete rotto i polmoni”, ‘Non c’e’ piu’ tempo’ gli slogan della manifestazione per l’ambiente
Greta saluta Piazza del Popolo in Italiano: “Ciao Roma, vi amo”
Il selfie di Greta con i militanti italiani di Friday for future

Sisma, delegazione Fdi a casa di Nonna Peppina: "Dopo terremoto costretta a vivere in una roulotte"

Una delegazione di deputati-sindaci di Fratelli d'Italia guidata da Paolo Trancassini, sindaco di Leonessa e Francesco Acquaroli, già sindaco di Potenza Picena, si è recata nelle Marche per visitare i comuni del cratere a due anni di distanza dal sisma che ha colpito il centro Italia. "Vogliamo rivolgere un appello a deputati e senatori che provengono dalle zone colpite dal sisma per fare squadra dal punto di vista parlamentare. Occorre anzitutto riaprire il decreto, perchè tutti sappiamo che la ricostruzione non c'è e che c'è bisogno di emendare il decreto anche con norme che non prevedano un aumento di spesa: questo è importante soprattutto per velocizzare la ricostruzione privata, elemento che potrà fare la differenza. Come Fdi abbiamo presentato una serie di emendamenti, ma come abbiamo visto in Commissione, Lega e M5s hanno blindato il decreto. Se il decreto non verrà riaperto, si perderà l'occasione di dare risposte immediate: dall'attuale governo attendiamo un segnale forte in questo senso". Nel corso del tour la delegazione ha incontrato una folta rappresentanza di amministratori dei centri compresi nel cratere del sisma. Il momento culminante è stato il sopralluogo a Fiastra con la visita per constatare lo stato dei lavori di ricotruzione della casa di Nonna Peppina, la signora che ha visto i sigilli posti sull'abitazione sorta a poca distanza da quella distrutta dal sisma dell'ottobre 2016. "Nella vicenda che ha coinvolto nonna Peppina colpisce la velocità e l'esagerazione della risposta dello Stato a quello che è stato un atto emergenziale. Invece di andare a rimuovere le macerie dalla zona rossa, si è preferito fare 50 metri in più e andare a mettere sotto sequestro la sua nuova casa, quella che le serviva a mantenere forti le radici con questa terra. Un segnale totalmente sbagliato da parte dello Stato che testimonia la sua presenza colpendo chi prova a ricominciare da zero, voltandogli le spalle nel modo peggiore". Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Commenti

leopard73

Sab, 14/07/2018 - 18:30

Viva la grande imbecillità POLITICA un merito da 10&LODE PRENDERSELA con una 95enne.. bravi.....

buri

Sab, 14/07/2018 - 22:10

il trattamento riservato alla Signora peppina dalla burocrazia è semplicemente vergognoso, spero che presto le sia reso giustizia

Calendario eventi

09 Apr - 14 AprSalone del Mobile 2019
09 Maggio - 13 MaggioSalone del libro di Torino
14 Maggio - 18 MaggioEurovision Song Contest
06 Maggio - 19 MaggioInternazionali BNL d'Italia
14 Maggio - 25 MaggioFestival di Cannes
23 Maggio - 26 MaggioElezioni Europee 2019
26 MaggioElezioni Regionali Piemonte
26 MaggioElezioni Comunali
29 Giu - 21 LugTour de France
21 Lug - 28 LugMondiali di nuoto Gwangju 2019
Tutti gli eventi