Il lancio del ghiaccio poi i magrebini pestano il calciatore del Bologna

Cinque magrebini avrebbero accerchiato e aggredito il calciatore fuori da un locale. Il 19enne è stato operato alla mandibola, la prognosi è di 21 giorni

Il lancio del ghiaccio poi i magrebini pestano il calciatore del Bologna

Lo hanno accerchiato e pestato a sangue finendo per procurargli la frattura della mandibola. Un'aggressione brutale quella avvenuta ai danni del calciatore 19enne del Bologna assaltato da 5 ragazzi di origine magrebina all'esterno di una discoteca. Il ragazzo è stato sottoposto ad un delicatissimo intervento di chirurgia ricostruttiva al volto rimediando una prognosi di 21 giorni. Gli aggressori non sono ancora stati identificati ma, stando a quanto riporta Il Resto del Carlino, la polizia avrebbe già tra le mani un nominativo utile allo sviluppo delle indagini.

Il lancio del ghiaccio

Tutto è cominciato nella tarda sera ieri, lunedì 8 novembre. Dopo aver disputato la partita contro il Cagliari, il calciatore - una giovane promessa della Primavera del Bologna Calcio - sarebbe andato a festaggiare la vittoria in una discoteca del capoluogo emiliano. A tarda notte, proprio quando la serata era entrata nel vivo, una comitiva di stranieri avrebbe cominciato a molestarlo lanciandogli dei cubetti di ghiaccio sul tavolo che il 19enne aveva riservato per sé e i suoi amici. Le molestie sarebbero diventante sempre più insistenti al punto che il ragazzo, dopo aver tentato invano di rabbonirli, è stato costretto a richiedere l'intervento della sicurezza.

L'aggressione choc

Dalle molestie alle minacce il passo è stato breve. Ma dalle intimidazioni al pestaggio lo è stato ancor di più. Vista l'antifona, il calciatore ha ben pensato di lasciare il locale in anticipo per rincasare. Attorno alle 5 del mattino, mentre attendeva l'arrivo dei genitori, è stato accerchiato dal branco. I cinque stranieri - verosimilmente di nazionlità magrebina - hanno assalto il 19enne con calci e pugni al volto. La furia degli stranieri si sarebbe placata solo quando un testimone ha richiesto l'intervento della polizia in via Maserati, teatro del pestaggio sanguinario. All'arrivo delle volanti, gli aggressori si sono dileguati di tutta fretta.

L'operazione

Il ragazzo è stato soccorso e trasportato all'ospedale Maggiore di Bologna. Nella mattinata di martedì è stato sottoposto a un delicatissimo intervento di chirurgia ricostruttiva della mandibola che, per fortuna, è perfettamente riuscito. I medici gli hanno assegnato una prognosi di 21 giorni. Quanto ai 5 magrebini, non sono ancora stati identificati. La polizia sta visionando i nastri delle telecamere di sorveglianza del locale nel tentativo di ricostruire la dinamica esatta dell'aggressione e recuperare altri elementi utili alle indagini.

Commenti