Protestano contro il test Invalsi, 25 studenti sospesi

Gli studenti di un istituto tecnico pisano avevano cancellato il codice identificativo rendendo così anonima la loro prova

Protestano contro il test Invalsi, 25 studenti sospesi

Il test Invalsi continua a suscitare polemiche. Questa volta perché il suo boicottaggio ha causato la sospensione di 25 studenti. Il caso, come riporta il Tirreno, è avvenuto a Pisa, all'istituto tecnico Santoni, con un provvedimento disciplinare che, a pochi giorni dalla fine dell'anno scolastico, rischia di avere pesanti ripercussioni sui ragazzi. Il preside è intervenuto con la sospensione sulla base di questa motivazione: danneggiamento a proprietà pubblica. Ma per quale motivo? Gli studenti hanno protestato cancellando il codice identificativo presente sui fogli, in modo tale da rendere anonima la loro prova.

L'episodio è stato denunciato dalla Rete degli studenti medi: "Nei giorni antecedenti la mattina di martedì 12 i rappresentanti degli studenti avevano proposto ai ragazzi di consegnare il foglio in bianco in segno di protesta, e questi oltre ad aver fatto ciò hanno deciso legittimamente di cancellare anche il loro codice identificativo in modo da rendere anonima la prova. A questa contestazione non è mancata un’immediata dura risposta da parte della dirigenza scolastica, che ha provveduto a punire con la sospensione tutti gli studenti che hanno aderito a quest’iniziativa. Il risultato? Circa 25 studenti con l'avviso di sospensione, solo per aver commesso un atto di protesta innocuo, in quanto la cancellazione del codice della prova non comporta alcun danno economico o fisico, ma solo al non riconoscere lo studente che l’ha eseguita".

Entro la fine della settimana ci sarà un incontro tra la Rete degli studenti, i ragazzi coinvolti e i loro genitori per discutere l’accaduto e valutare come meglio difendere i ragazzi da quella che viene definita una "ingiusta ritorsione". Saranno valutate anche eventuali azioni legali. "La scuola - lamenta il sindacato degli studenti - dovrebbe essere un ambiente in cui insegna a vivere in una società moderna e democratica, provvedimenti simili trasmettono solamente il messaggio opposto".

Commenti