180 casi di epatite infantile sconosciuta: ecco cosa sta succedendo

Il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti ha annunciato la presenza di un'epatite di origine sconosciuta che sta dilagando soprattutto tra i bambini

180 casi di epatite infantile sconosciuta: ecco cosa sta succedendo

Allarme negli Usa per il galoppante aumento di casi di epatite acuta. Ben 71 casi in più rispetto all'ultimo aggiornamento del mese scorso fornito dai Cdc (Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti).

L'esperta OMS (Organizzazione mondiale della sanità), Philippa Easterbrook ha dichiarato che al momento le cause appaiono sconosciute e l'ipotesi più accreditata rimane un possibile collegamento con l'adenovirus e/o con Sars-CoV-2. Si sta indagando anche per capire "come queste due infezioni potrebbero agire insieme come co-fattori, o aumentando la suscettibilità dei bambini o creando una risposta anormale da un punto di vista immunitario", ha dichiarato la Easterbrook.

La scienziata ha citato anche un'ipotesi suggerita da due scienziati in un intervento pubblicato su "The Lancet Gastroenterology and Hepatology" e ha commentato:"Una precedente infezione Covid nei bimbi, forse di qualche tempo fa, potrebbe aver persistito ed essere rimasta nell'intestino. E poi una successiva infezione da adenovirus potrebbe aver provocato l'attivazione del sistema immunitario e l'infiammazione". La Easterbrook ha però precisato che questa è solo un'ipotesi, infatti "non c'erano dati basati sugli studi sui bambini a sostegno di questo ed è per questo che è così importante che il test Covid, fra gli altri test, venga eseguito sistematicamente sia per rilevare l'infezione passata che una presente e per tutti i bambini, in modo da poter fare confronti tra i casi segnalati in diversi Paesi".

Nel frattempo sono in atto le indagini dettagliate per capire cosa ci sia alla base di questa malattia sconosciuta che ha colpito circa 20 Paesi. Per effettuare studi e analisi, sono stati prelevati campioni di feci e sangue da testare. Al momento i casi sono arrivati a 180, anche se molti di essi non sono recenti, ma sono emersi da una revisione di informazioni che partono dall'ottobre dello scorso anno. Cinque bambini sono morti in America e 15 hanno avuto bisogno di un trapianto di fegato.

Commenti