«Sarà guerra al virus almeno per due mesi Ma solo se le regole verranno rispettate»

L'immunologa del Sacco: il Covid-19 purtroppo non sparirà del tutto, anche se l'estate avrà effetti positivi sul nostro organismo

Francesca Angeli

Trovare spazi per allestire ospedali anche requisendo alberghi o riaprendo strutture chiuse come il Forlanini. Incentivare le aziende a produrre ventilatori polmonari ma anche mascherine, tute e tutti quei presìdi sanitari che al momento scarseggiano a causa dell'emergenza coronavirus. Assumere personale sanitario.

Il supercommissario appena nominato dal premier Giuseppe Conte, Domenico Arcuri avrà poteri ampi in deroga per la gestione di tutte le problematiche sanitarie conseguenti alla pandemia. Arcuri si occuperà di potenziare la risposta delle strutture ospedaliere di fronte alla richista di un sempre maggiore numero di posti attrezzati per terapia intensiva e sub intensiva. Avrà il potere di creare nuovi stabilimenti per la produzione di queste attrezzature e per sopperire alle carenze riscontrate e si raccorderà con il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

Palazzo Chigi è anche pronto a prendere in prestito alberghi adatti logisticamente e come tipo di struttura per attrezzarli come ospedali da campo. Per i proprietati ovviamente saranno previsti risarcimenti che serviranno anche a dare respiro alle strutture messe a terra dal Covid-19. In queste strutture attrezzate ad hoc potrebbero essere ospitati sia i malati sia le persone in convalescenza in attesa della negativizzazione.

Tutte decisioni che prenderà Arcuri con ampi poteri in deroga. Ma non c'era già un commissario all'emergenza, ovvero Borrelli? La nomina di un supercommissario è stata richiesta con insistenza dal centrodestra che ipotizzava di richiamare in patria Guido Bertolaso, ritenendolo l'unico in grado di gestire questa emergenza con la necessaria autorevolezza. Ma il premier Conte non avrebbe mai accettato di rischiare di essere oscurato da un personaggio così forte. Dunque piuttosto che sentirsi commissariato lui Conte ha preferito commissariare Borrelli, nominando Arcuri, il numero uno di Invitalia che in sostanza dovrà svolgere una funzione di coordinamento tra i bisogni delle regioni e la risposta del governo attraverso la Protezione Civile rispetto all'emergenza sanitaria. Gestirà una cabina di regia per procurare garze, mascherine, posti letto, ossigeno, posti di terapia intensiva, infermieri e medici. Sarà lui a dover coprire le richieste quotidiane: quanti ventilatori servono in provincia di Bergamo o quanti infermieri e medici siano necessari per rendere operativo il piano illustrato ieri da Giulio Gallera, assessore al Welfare della Lombardia.

«Un ospedale nei capannoni della Fiera di Rho a Milano che garantisca 500 posti di terapia intensiva» , spiega Gallera che «può essere pronto entro 6 giorni, a patto che ci siano i respiratori e il personale». I primi passi sono già stati fatti. «Abbiamo già predisposto il progetto con la protezione civile e la Fiera ha aggiunto. Al netto di questa struttura provvisoria la Lombardia potrà metter in campo altri 200 posti di terapia intensiva nei prossimi 5-7 giorni». Bocciata la proposta di Maria Elena Boschi, presidente dei deputati di Italia Viva, che chiedeva di attrezzare due navi da crociera di lusso come ospedali da campo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.