"Le mascherine? Mai". E in 3 mandano in ospedale agenti della municipale

I tre hanno minacciato i fotoreporter e mandato due agenti della polizia locale in ospedale. Gli agenti avevano chiesto loro di mettere la mascherina

In tempi di coronavirus la movida può essere pericolosa per le forze dell’ordine che pattugliano la città cercando di far rispettare le norme vigenti. Se la sono vista brutta due agenti della polizia municipale che sono finiti all’ospedale dopo essere stati aggrediti da tre ragazzi a Roma. Si tratta di tre fratelli di età compresa tra i 25 e i 29 anni ripresi dagli agenti perché non indossavano le mascherine obbligatorie dalle 18 alle 6 del mattino nei luoghi particolarmente affollati, come quelli della movida.

Aggrediti due agenti

L’aggressione è avvenuta la notte di venerdì 21 agosto a Ponte Milvio. Poco dopo la mezzanotte gli agenti avevano fermato un gruppetto di 5 ragazzi, i tre fratelli e due loro amici, chiedendo loro di mettere le mascherine. Questi dopo essersi rifiutati hanno iniziato a insultare anche pesantemente i due vigili, un uomo e una donna che hanno dovuto chiedere i rinforzi. Oltre agli agenti della municipale, i tre ragazzi hanno preso di mira anche due fotoreporter che stavano riprendendo la scena. Una volta arrivati i rinforzi i cinque sono stati fermati e portati in ufficio dove si sono scusati per ciò che avevano fatto.

Il pubblico ministero ha deciso di denunciare solo i tre fratelli, risultati incensurati, per rissa, resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale. Secondo quanto ricostruito, sarebbe stata un’altra persona, una loro amica, ad aizzare i tre contro le forze dell’ordine. La giovane avrebbe urlato, usando anche parolacce, che le mascherine non se le sarebbero mai messe.

Sanzioni da 400 euro per chi non ha la mascherina

Oltre un migliaio i controlli effettuati solo dai vigili la notte di venerdì scorso per far rispettare le regole anti-covid. Di questi, 300 sono stati condotti solo a Ostia. Molti sono stati multati perché non indossavano le mascherine, è avvenuto a Fontana di Trevi, a Trastevere e a San Lorenzo. Tre locali sono stati chiusi dai carabinieri per tre giorni perché vi erano assembramenti di clienti. Sono quindi fioccate le sanzioni da 400 euro che, se pagate entro cinque giorni, venivano ridotte a 280. Nei prossimi giorni i controlli da parte di polizia e carabinieri verranno intensificati. Soprattutto la zona di Ponte Milvio sembra destare qualche preoccupazione. Sembra essere diventata il punto di ritrovo di molti giovani provenienti da altri quartieri della Capitale. Tanti di loro non usano la mascherina e sono pronti a fronteggiare le forze dell’ordine. Molti interventi sono avvenuti in seguito a telefonate fatte da residenti in zone della movida romana, che denunciavano sia gli schiamazzi notturni che la mancata osservazione delle regole anti-covid.

Segui già la pagina di Roma de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

obiettore

Dom, 23/08/2020 - 15:04

Le mascherine devono essere indossate dalle le forze dell'ordine perché sono sempre a contatto con ignoti, magari con ospiti.

agosvac

Dom, 23/08/2020 - 15:23

C'è, in Italia, un clima di ribellione che non si era mai vista. Il Governo Conte deve stare molto attento perché le insurrezioni e le rivolte sono sempre partite dai giovani. Ciò che non riesce a fare l'opposizione, lo potrebbero fare i giovani ribellandosi a decreti farlocchi la cui efficacia non è mai stata dimostrata. Qualcuno si è mai chiesto come mai molti infermieri e medici ospedalieri si siano infettati pur usando mascherine tra le migliori e nel modo più che corretto??????? Bisogna che i giovani multati per non avere indossato la mascherina chiedano al Governo prove certe della loro reale efficacia.

Ritratto di giangol

giangol

Dom, 23/08/2020 - 15:35

Ma com'è che in tutto il mondo si porta rispetto e si ha timore per la polizia mente qui no!?!? Ah già grazie ai comunisti nostrani

lorenzovan

Dom, 23/08/2020 - 16:06

sono i vostri eroi nagazionisti...sobillati da certi media e certi politici...altro che pidddddiiiiii

sparviero51

Dom, 23/08/2020 - 17:22

QUANDO SI MINANO LE ISTITUZIONI DA DENTRO IL PARLAMENTO QUESTI SONO I RISULTATI !!!

ziobeppe1951

Dom, 23/08/2020 - 17:50

È un paese allo sbando...Perugini sa bene che qui da noi in Portogallo non è concepibile il fatto di toccare nemmeno con un dito un tutore dell’ordine...altrimenti....

ruggerobarretti

Dom, 23/08/2020 - 18:00

lorenzovan: ti credevo un po piu' intelligente. Mi dispiace ma mi devo ricredere completamente. Uno che abuso del termine "negazionista" si qualifica da solo. Delusione totale.