Supporto psicologico Covid-19: il numero verde per chiedere aiuto

Il numero verde di Protezione Civile e ministro della Salute funge da sportello psicologico. L'800 883 833, gratuito, è attivo tutti i giorni dalle 8 alle 24

Supporto psicologico Covid-19: il numero verde per chiedere aiuto

Nove cifre, un numero verde per chiedere aiuto. Si tratta della recentissima iniziativa organizzata e ufficialmente varata quest'oggi, lunedì aprile, dal ministero della Salute e della Protezione civile, con il sostegno di Tim. È così nato l'800 833 833, la linea da contattare – in modo gratuito – per ottenere supporto psicologico. Il servizio è attivo tutti i giorni dalle 8 del mattino alle 24 di sera e a rispondere saranno, anzi sono, dei professionisti, quali psicologi, psicoanalisti e psicoterapeuti.

L'isolamento forzato e la quarantena causa pandemia di coronavirus si protrae da quasi due mesi e viste le ultime disposizioni annunciate da Giuseppe Conte, la situazione non cambierà più di tanto fino al primo di giugno. Ecco allora che si è reso necessario uno strumento, come uno sportello telefonico, per affrontare tutti i problemi personali e "domestici" causati da stati di ansia, paura, stress, nervosismo, confusione e solitudine.

Non è infatti mistero che la clausura forzata in casa mette in difficoltà la nostra tenuta psicologica. Ai pensieri più normali si aggiungono poi tutti quelli di quelle persone che per colpa della pandemia di Covid-19 e delle misure di contenimenti hanno ridotto drasticamente le proprie entrate economiche, oppure hanno perso il lavoro, perché licenziati o perché la propria attività è fallita. O è un passo dal tirare già la serranda per sempre. Non si può e non si deve nascondere la drammaticità del momento e oltre che a livello sanitario e psicologico, il governo dovrebbe fornire anche risposte certe e concrete in favore delle imprese italiane.

In attesa che i prestiti e i finanziamenti alle aziende del Belpaese arrivino e siano liberi dai tentacoli paralizzanti della democrazia, il ministero della Salute di Roberto Speranza ha dato notizia sul proprio portale di aver creato il numero verde di supporto psicologico per chi ne fa richiesta, digitando quelle nove cifre: 800 833 833. Qualcuno forse si chiederà il perché di questi numeri e la risposta è presto detta. Come riferito dallo stesso dicastero, infatti, si tratta di un "omaggio alla Legge 23 dicembre 1978, numero 833, che ha istituito il Servizio Sanitario Nazionale" (che già prevede strumenti di assistenza psicologica).

Come funziona il numero verde

Lo sportello di supporto psicologico: il numero verde Il servizio di aiuto è articolato su due livelli. Il primo consiste nell'ascolto telefonico, per prestare un orecchio e attenzione alle situazioni di disagio interiore per colpa dell'emergenza sanitaria e della crisi economica provocate dal coronavirus. In questa fase, il professionista dall'altro capo della cornetta fornirà rassicurazioni e suggerimenti.

Il secondo livello entra in gioco quando la persona che si rivolge al numero verde necessita più di un colloquio. Motivo per il quale, qualora si rendesse necessario un ascolto più prolungato e approfondito, le telefonate al numero verde saranno prese in carico da servizi sanitari del Ssn e da società che operano nel settore psicologico. In questo modo, si passa dal primo livello "generico" a un secondo "specializzato" a seconda del problema che si presenta.

I colloqui di sostegno specializzati del secondo stadio sono organizzati fino a un massimo di quattro appuntamenti, in chiamata semplice o in videochiamata.

Ultimo ma non per importanza è bene sottolineare come il numero sia raggiungibile anche dall'estero al 02.20228733 e come siano previste modalità (attualmente ancora in fase di sviluppo) di accesso anche per i non udenti.

Commenti

Grazie per il tuo commento