Finito il tunnel rosso: cosa può cambiare per l'Italia

Fino a questo momento l'Italia aveva sempre incontrato e battuto squadre in maglia rossa. In semifinale la Spagna vestirà la seconda divisa bianca

Finito il tunnel rosso: cosa può cambiare per l'Italia

Lo strano caso agli Europei 2020: fino a questo momento l'Italia di Roberto Mancini ha incontrato soltanto squadre con la maglia rossa. Un caso a dir poco particolare, frutto di una serie di coincidenze, che per il momento sta portando fortuna. Finora 5 partite giocate tra gironi, ottavi e quarti, sempre contro nazionali che avevano la maglietta rossa e in ogni caso sempre bellissime vittorie.

Dalle avversarie del girone lo si era già detto al momento del sorteggio. Turchia, Svizzera e Galles hanno come prima maglietta quella rossa, anche se per la precisione nel caso dei turchi c'è anche qualche sfumatura di bianco. Tuttavia il caso ha voluto ancora altre due cose: innanzitutto quella di incontrare ancora squadre con la maglietta rossa, la seconda di giocare contro il Belgio fuori casa. Così facendo negli ottavi di finale, l'Italia ha giocato contro l'Austria in casa, con la classica maglietta azzurra e con gli avversari in rosso, avendo scelto anche loro la prima divisa. Successivamente ai quarti di finale contro il Belgio, per far sì che questa tradizione particolare fosse confermata, è stato necessario che l'Italia giocasse in trasferta. In questo modo i Diavoli Rossi hanno sfoggiato la prima divisa, quella home completamente rossa mentre l'Italia ha scelto la maglietta bianca, da trasferta. In caso di inversione di campo invece l'Italia avrebbe giocato col classico azzurro mentre il Belgio, per non contrare possibili contrasti di colore, avrebbe indossato la sua seconda maglia, totalmente bianca.

Il colore rosso sembra dunque entrato nel destino della Nazionale italiana e fino a questo momento ha portato anche molta fortuna agli azzurri. Il paradosso ha però voluto che l'Italia giocherà la sua prima partita contro una squadra senza maglietta rossa proprio contro le Furie Rosse. In semifinale contro la Spagna, la Nazionale di Roberto Mancini giocherà con la divisa home, maglia e calzettoni azzurri e coi pantaloncini neri. Kit tutto giallo per Donnarumma, dall'altra parte la Spagna non sarà in rosso ma in completo bianco mentre il portiere Unai Simon sarà in arancione. L'arbitro tedesco, Felix Brych, sarà invece in maglia e calzettoni fucsia e pantaloncini neri. Interrompere questa tradizione fortunata potrebbe essere rischioso, ecco che i precedenti possono essere d'aiuto. A Euro 2012, Italia e Spagna si incontrarono due volte, entrambe con la la loro prima maglia azzurra e rossa. Nel girone finì 1-1, in finale la Spagna vinse 4-0. L'Europeo precedente, l'Italia uscì ai quarti, ai calci di rigore, proprio contro la Spagna. In quel caso iberici in rosso e Italia in maglietta bianca. C'è poi l'ultimo precedente che fa ben sperare. Euro 2016: Spagna in bianco e Italia in azzurro, erano gli ottavi di finale e l’Italia vinse 2-0.

A questo punto il ragionamento diventa un tremendo rompicapo. Negli ultimi tempi quando la Spagna ha giocato con la maglia rossa ha sempre battuto l'Italia. Diversamente con gli spagnoli in bianco e l'Italia in azzurro, siamo stati noi a trionfare. Tuttavia però in questo Europeo gli azzurri hanno sempre battuto squadre in rosso. Una volta arrivati in finale, con tutti gli scongiuri del caso, la storia potrebbe ripetersi. Come noto la seconda maglia dell'Inghilterra è rossa, colore che evoca il successo di Bobby Moore e compagni ai Mondiali del '66. Qualora gli inglesi approdassero in finale perchè non scegliere il colore del loro storico e unico successo? Se vincesse la Danimarca, beh anche in quel caso non ci sarebbe scampo. Insomma il rischio è che in ogni caso staremmo a parlare di nuovo di magliette rosse…

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti