Cosa sta succedendo davvero all'Italia: chi è l'uomo nel mirino

Ennesimo errore dal dischetto per il centrocampista del Chelsea che ora inguaia l'Italia di Mancini. Servirà una vittoria già a partire dal match di mercoledì contro la Lituania

Cosa sta succedendo davvero all'Italia: chi è l'uomo nel mirino

L'Italia di Roberto Mancini ha steccato per due gare consecutive e ora la strada per la qualificazione ai mondiali del 2022 in Qatar si mette in salita. Dopo l'1-1 contro la Bulgaria è toccato alla Svizzera imporre lo 0-0 agli azzurri campioni d'Europa anche se i "responsabili" di questo pareggio agrodolce, dato che c'è stato il record di 36 gare utili consecutive senza sconfitta, si può dire siano stati Domenico Berardi e Jorginho.

Croce e delizia

Domenico Berardi e Jorginho sono stati determinanti, soprattutto il secondo, nella conquista dell'Europeo itinerante che ha visto gli azzurri sconfiggere in finale l'Inghilterra, a Wembley. Contro la Svizzera, però, il giocatore del Sassuolo si è letteralmente divorato il vantaggio nel primo tempo salvo poi riscattarsi parzialmente conquistando il rigore poi sbagliato dall'italia brasiliano che sale di diritto sul banco degli imputati ed è l'uomo in meno di questa settimana.

Ovviamente si tratta solo di una partita anzi, di un singolo episodio che sommato però all'errore in finale degli Europei contro l'Inghiterra inizia a pesare come un macigno. L'ex centrocampista di Hellas Verona e Napoli, attualmente al Chelsea campione d'Europa in carica, è infatti uno specilista dagli undici metri ma contro la Svizzera ha tirato un rigore lento e previdibile che il portiere Sommer non ha fatto fatica a neutralizzare. La rete avrebbe permesso di sbloccare la partita al 52' anche se non è dato a sapere come sarebbe poi finita. Fatto sta che Jorginho, uno dei più forti in circolazione sui calci di rigore, è stato tradito ancora una volta proprio in quello che è il suo fondamentale più forte, almeno sulla carta.

Questo pareggio ovviamente mette in salita la qualificazione ai mondiali del 2022 in Qatar con gli azzurri che dovranno ora cercare di vincerle tutte per finire in testa il girone e per non avere problemi a staccare il pass per il mondiale a cui l'Italia non prende parte dal 2014 (nel 2018 non si qualificò a Russia 2018). Jorginho, ovviamente, non è il solo "colpevole" di questo mancato successo azzurro ma l'ennesimo rigore fallito nel giro di meno di due mesi stanno iniziando a suonare come un piccolo campanello d'allarme. Roberto Mancini ha già annunciato alcuni cambi nel prossimo match valido per Qatar 2022 ma Jorginho pare possa essere in cabina di regia. La domanda è una e una soltnto: se ci sarà un altro penalty contro la Lituania mercoledì 8 settembre chi lo calcerà tra gli azzurri?

Commenti