Lazio tradita dal portiere, Napoli ha Osimhen

Papera di Strakosha, si fa gol da solo. Rimonta azzurra con 2 reti del nigeriano

Lazio tradita dal portiere, Napoli ha Osimhen

La strada è ancora lunga. Molto lunga. Ma fra Napoli e Lazio c'è una grande differenza: fra i partenopei emerge la classe individuale. In questo caso di Osimhen. Con ordine: nel pomeriggio la Lazio a Istanbul, col Galatasaray, perde 1-0 e complica il proprio percorso europeo. Decisivo un clamoroso errore di Strakosha che, al 67', si è mandato la palla in porta da solo, sbagliando sia l'uscita che la presa. Oltre agli errori dei singoli però, la gara di Istanbul ha dato un'indicazione chiara: quella biancoceleste non è la squadra di Sarri. Non lo è ancora. Ma non lo è nemmeno lontanamente. Come già successo col Milan, i biancocelesti non pressano, permettono al Galatasaray di fare possesso, di creare occasioni (traversa interna di Morutan al 23') e di prendere coraggio. Il gioco di Sarri non si vede, tanto che le uniche occasioni arrivano su lancio lungo di Luiz Felipe a saltare il centrocampo.

Bene, specie per il carattere, il Napoli, che pareggia 2-2 in Inghilterra in casa del Leicester. La squadra di Spalletti ha creato, andando spesso alla conclusione, risultando però imprecisa sotto porta. Ai gol inglesi (al 9' Perez, al 64' con Barnes), il Napoli risponde con rabbia. Sale in cattedra il nigeriano Osimhen, che, nel momento più delicato, prende per mano la squadra e segna i suoi primi due gol stagionali (al 69' e all'87'), con cui i partenopei strappano un punto importante. Il Napoli è comunque sembrato pimpante, ma poco concreto. Per questo, anche per i partenopei, c'è ancora tanta strada da fare, prima di essere effettivamente competitivi. Anche in campo internazionale.

Commenti