"Qui all'Inter nessuno ha il posto assicurato". Ecco chi è l'uomo in meno di oggi

Conte in tackle su Vidal: "Troppi alti e bassi, non ce li possiamo permettere come Inter e lui lo sa". Il cileno incassa la sostituzione e le critiche del suo allenatore: ecco perché è l'uomo in meno

L'Inter ha inanellato l'ottava vittoria consecutiva in campionato e non vuole più fermarsi. La squadra di Antonio Conte ha iniziato l'anno nuovo nel migliore dei modi con un netto e roboante 6-2 al Crotone di Giovanni Stroppa frutto della tripletta di Lautaro Martinez, dei gol di Lukaku e Hakimi e dell'autorete di Marrone. Tutta gli elementi della rosa nerazzurra utilizzati dal tecnico salentino hanno reso più o meno secondo le aspettative, tranne uno: Arturo Vidal. Il cileno è come sempre un calciatore molto generoso ma spesse volte in questa stagione ha commesso errori marchiani per la troppa foga, forse per dimostrare di essere un giocatore ancora importante nonostante vada per i 34 anni. Per questo motivo l'ex giocatore di Bayern Monaco e Juventus è l'uomo in meno di questa settimana.

Il rigore e il diverbio

Contro il Crotone Vidal ha commesso un grave errore che poteva costare caro all'Inter. L'ex Juventus, infatti, ha commesso un ingenuo fallo da rigore su Reca sul punteggio di 2-1 in favore dei nerazzurri che hanno dunque terminato il primo tempo sul 2-2 per questa ingenuità, l'ennesima stagionale del cileno. Durante il match non è passato inosservato un diverbio tra Conte e il suo pupillo, più intento a parlare che a giocare. "Gioca e non rompere", questo il messaggio recapitato dal tecnico salentino al suo giocatore rimasto poi negli spogliatoi ad inizio ripresa.

"Vidal ha margini di miglioramento importanti, deve lavorare, testa bassa e pedalare. Qui nessuno ha il posto assicurato, lui deve dimostrare di meritare di giocare, deve fare molto meglio di quello che sta facendo. Troppi alti e bassi, non ce li possiamo permettere come Inter e lui lo sa. Sa che deve tornare ad allenarsi, in grandi squadre tante volte l'aspetto dell'allenamento passa in secondo piano. Qui bisogna alzare il campo. Lui lo sa benissimo. Gli diamo tempo per adattarsi", questo il siluro indirizzato da Conte al 33enne cileno che dovrà ora guadagnarsi il posto dato che Brozovic, Barella, Gagliardini e il ritrovato Stefano Sensi sono armi importanti al bagaglio dell'Inter.

Vidal risponde alle polemiche

Vidal ha incassato il colpo della sostituzione ma soprattutto le parole del suo allenatore, per niente soddisfatto del suo rendimento. Tempo per recuperare però ce n'è dato che l'ex Juventus ha tutte le carte in regola per diventare uno dei leader della squadra nerazzurra: dovrà però far parlare il campo dato che ad oggi ha deluso le aspettative del suo allenatore e dei tifosi che si aspettavano di più da lui in termini di leadership e di giocate importanti al servizio della squadra.

"La calma è la virtù dei forti" e una faccina a zittire le critiche, questa la story di Vidal su Instagram che ha poi condiviso anche qualche messaggio privato ricevuto da qualche tifoso nerazzurro che non ha ancora perso le speranze di vederlo tornare quello dei bei tempi: "Non ascoltare nessuno! Sei un King e sono fiero che vesti la nostra maglia! Grande Arturo". In attesa che torni ad essere un giocatore importante per l'Inter non possiamo esimerci dall'eleggerlo l'uomo in meno di questa giornata di campionato.


Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

COSIMODEBARI

Lun, 04/01/2021 - 11:11

E' stato l'artefice principale, assieme a Conte, dell'esclusione dell'Inter dalle competizioni europee, nonché di almeno 4 punti in meno nella attuale classifica di serie A. Ieri è bastato sostituirlo con uno dai piedi buonissimi, Sensi, e la squadra ha preso il volo. Comunque credo sia stata la prima volta di Conte nell'aver già deciso il suo cambio molti minuti prima che finisse il primo tempo. Forse è accaduto soltanto perchè è stato mandato a quel paese da Vidal dopo averlo ripreso, e non per cambiare la partita con l'innesto di piedi buonissimi?

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 04/01/2021 - 11:16

Vidal è davvero dannoso.

Sempreverde

Lun, 04/01/2021 - 12:01

Super ingaggio e 34 anni. Chi meglio di lui non rappresenta un giocatore da Inter? Vorrei sapere come la pensa Lele Oriali, anzi no meglio non saperlo.