Le corna si sopportano ma non in mondovisione

commenti

07:5516 Gen
Anni fa mi capitò di assistere a una scena che, da drammatica, divenne di colpo comica. Il marito di una signora era stato colto in flagrante adulterio, non da lei - che lo sospettava già - ma per caso in un luogo pubblico: pianti, drammi, singulti tali emetteva la signora, da impedire ai suoi...

commenti
08:0330 Nov

Che cosa lasciare in eredità ai figli (ma anche che cosa non lasciare)

Che i figli siano pezzi di cuore (non saprei scriverlo in napoletano) è certo. Non è affatto indiscutibile, invece, che – solo perché sono «sangue del tuo sangue» – vada proprio a loro tutto ciò che hai saputo creare e conquistare. A pensarla come me anche Bernardo Caprotti, il patron di...

commenti
07:4022 Apr

L'ottimismo degli anni Ottanta e la nuova politica di Craxi

di Nel 1979 i comunisti tornarono all'opposizione e vennero indette nuove elezioni. Il 3 giugno 1979 gli italiani assegnarono il 38,3 per cento alla Dc e il 30,4 al Pci: Berlinguer, con il compromesso storico, aveva perduto un milione e mezzo di voti. In agosto muore Papa Paolo VI e gli succede...

commenti
07:4720 Apr

Sessantotto e «autunno caldo»: dai sogni ai picchetti in fabbrica

di Negli anni Sessanta, all'immobilità del governo si aggiunsero gli scandali provocati dalla corruzione di una classe politica da troppo tempo al potere. Gli italiani ormai sapevano che le riforme di cui il centrosinistra si era riempito la bocca non sarebbero arrivate, e intanto il miracolo...

commenti
07:4318 Apr

Gli anni del boom economico che cambiano lavoro e famiglia

di Nel 1956 il segretario del Partito comunista dell'Unione Sovietica, Nikita Chruscèv condannò pubblicamente i crimini di Stalin, ma in ottobre in Ungheria scoppiò una rivolta contro il regime comunista e l'Urss invase il Paese. Anche nelle più sperdute sezioni del Pci si cominciò a discutere...

commenti
07:4709 Gen

Quell'ammirevole coraggio di dire che non sono morti

Un piccolo aereo scalcagnato sperso nel cielo lontano di un mare immenso. Si sia trattato di un fulmine o di un dirottamento dei narcos, interessati più a quell'apparecchio che a un riscatto, sono pochissime le speranze di ritrovare vivi i quattro italiani a bordo. Lo scrivo, con lo strazio nel...

commenti
07:2611 Nov

Addio a Roncalli e JFK. Tutta l'Italia è «gattopardesca»

Fastweb e Telecom hanno fatto della mia connessione il campo di battaglia di una loro guerra, e da giorni sono senza linea. Mi viene da sorridere, dunque, al pensiero di disquisire sulle differenze tra il 1962 e il 1963: esistono una «prima» e un «dopo» internet, il resto sono solo...

commenti
07:0007 Ago

Giustiziare un ritardato mentale, barbarie indegna dell'America

La frase più straziante l'ha detta sua sorella Kim: «Non riuscivo a credere che anche dopo la nascita del figlio continuasse a succhiarsi il pollice». La più convincente l'ha detta il senatore Rodney Ellis, che ancora ieri ha ricordato: «In Texas non condanniamo a morte i bambini, e pertanto...

commenti
08:5818 Giu

Democrazia in agonia dov'è nata

Atene è la culla del "potere del popolo". Ma proprio questo voto ne evidenzia la crisi

commenti
25 
08:4812 Giu

Bocciare i bimbi di sei anni? Orrore che segna per la vita

Ricevere un rifiuto in prima classe segna per sempre. Ed è un fallimento per il sistema scolastico

commenti
10 
08:5627 Apr

La crisi "post parto" è bisex Ora ne soffrono anche i papà

Uno studio: lui più colpito di lei dalla "depressione genitoriale". Ma forse i padri soffrono solo la pressione delle madri...

commenti
09:2117 Apr

Non si può produrre e bastaAll'economia serve un'etica

Un saggio scritto da Marco e Nicola Costantino mette in discussione il nostro modello industriale

commenti
02:0404 Apr

Masiello e quegli infami per cui non c’è perdono

diIl terzino - che fa un autogol ben remunerato alla sua squadra (durante un derby!) e poi si rotola a terra fingendosi disperato - è certamente un infame. Peggio: come si sarebbe detto una volta, «un traditore». Il termine «infame» è stato mutuato dalla criminalità, e reso celebre dalle...

commenti
08:3824 Mar

Pazzo o mostro? L’eterno dubbio sui sanguinari

«Merah non è un pazzo, è un mostro», ha detto Nicolas Sarkozy toccando - forse inconsapevolmente - uno dei temi più complessi del mondo contemporaneo. Un tempo era frequente che i criminali, o i devianti, venissero indicati come «mostri» e puniti di conseguenza. Tipico il caso di streghe e...

commenti
10:0010 Mar

Ecco come i nostri figlibatteranno lo spread

Il monito di Napolitano "fare bambini è un toccasana per l’economia" apre il dibattito sulla natalità

commenti
15 
09:3406 Mar

Non c’è né amore, né gelosia Queste sono soltanto bestie

Dopo la strage di Brescia, ieri altri due delitti a Verona e Piacenza. Uomini che uccidono le proprie compagne per un ottuso senso dell’onore. <strong><a href="http://www.ilgiornale.it/web/pdf/Spoon_River_femminile.pdf" target="_blank">La Spoon river femminile</a></strong>

commenti
 
09:1423 Feb

La favola del Vate muto e poi guarito

Tradotto per la prima volta il romanzo che D’Annunzio scrisse in francese nel 1930, ormai confinato al Vittoriale. Ambientato in un Medioevo fantastico, voleva riavvicinare Francia e Italia

commenti
 
17:2014 Feb

La guerra civile ridotta a una farsa

Disastrosa la fiction su Carmine Crocco, ribelle anti-Savoia: sembra una telenovela, fraintende la storia ed è inverosimile

commenti
 
08:2811 Feb

Veleni, torture, omicidiventi secoli di intrighiall'ombra del Cupolone

Da Leone III che nel 799 rischiò di essere accecato fino all'attentato a Wojtyla: la storia vaticana sembra un romanzo di Dan Brown

commenti
 
08:4304 Feb

Quella sete di giustizia che dura da settant’anni

Nessuno sarà mai ricompensato davvero per un genitore morto o per le ferite subite. I rancori rimangono nel cuore dei popoli

commenti
 
09:0126 Gen

Prevedere il sismal’ultima superbia dell’uomo hi-tech

"Si poteva sapere in anticipo". Ormai a ogni catastrofe scoppia la polemica: La verità: siamo lontani dal riuscirci

commenti

La fine del Partito comunista e il terremoto di Tangentopoli

di Il settennato di Francesco Cossiga, anticomunista doc, assistette al crollo dell'Unione Sovietica e del comunismo, alla fine degli anni Ottanta. Ma in Italia si procedeva con il piccolo cabotaggio politico. Nell'estate del 1986, la Dc obbligò Craxi alla «staffetta», che nel 1987 porterà a...

commenti

Gli anni del delitto Moro e dei primi referendum

di Negli anni Settanta vennero realizzate numerose riforme: la possibilità di indire referendum e la creazione delle regioni, che - se attuata bene - avrebbe potuto evitare la nascita dei movimenti federalisti e secessionisti degli anni Novanta ma che invece moltiplicò la burocrazia; inoltre si...

commenti

La svolta di Aldo Moro: i governi di centrosinistra

di Durante la presidenza Gronchi era nata una corrente antagonista ai fanfaniani, chiamata dorotea e composta da uomini cresciuti all'ombra dell'ex segretario: Emilio Colombo, Paolo Emilio Taviani, Mariano Rumor. Appoggiati dalla destra e dagli esponenti più prudenti della sinistra, i dorotei...

commenti

Il decennio De Gasperi: la Dc conquista lo Stato

di Dopo le elezioni del 1948 era chiaro che all'Italia occorrevano riforme per migliorare la vita della gente, soprattutto di chi viveva in una campagna ancora arretratissima. Le riforme erano volute dalla sinistra Dc ma non dai conservatori, in particolare dai proprietari terrieri meridionali che...

commenti

Meglio togliere l'illusione I bimbi intuiscono la verità

di Hanno fatto benone a licenziare quel finto Babbo Natale, che oltre a negare l'esistenza dell'originale ha spiegato la faccenda ai bambini associandola a un tremendo fatto di sangue. La rivelazione della verità (Babbo Natale non esiste) è già di per sé traumatica, senza che le vengano...

commenti

I personaggi e i fatti che raccontano la storia del nostro Paese in una serie di immagini d'autore

È potente la carica emotiva di questa fotografia piena di simboli: la barchetta tricolore che una corda trattiene da chissà quale viaggio, il gesto elegante di un uomo che scavalca la corda, ma per andare verso un nulla... Ho sotto gli occhi due giudizi, inediti, di Gabriele d'Annunzio, che nel...

commenti

Lo stato lascia il video. Era orail commento 2

di Ah, che bello, quando ci si spostava con i cavalli e non c'era il rischio di finire sotto un treno! Oh, che meraviglia, quando non esisteva internet e per controllare le letture dei figli bastava mettersi d'accordo con l'edicolante! Uh, che tranquillità, quando c'era Lui, che pensava per tutti e...

commenti
14 

Caro Fantantonio, attento:i "froci" non sono tutti "flosci"

Stia tranquillo l’amico Giuseppe De Bellis, che ieri su queste pagine ha difeso Cassano: non sono una vestale del politicamente corretto, e me la presi piuttosto con Berlusconi - proprio sul Giornale - quando disse «Meglio amare le belle donne che essere gay». Libero di pensarlo e di praticarlo,...

commenti

A Milano non si sogna piùE la politica allunga le mani

Sembrano lontani i tempi in cui la società civile dettava le riforme. Ora la borghesia si rimette ai partiti. Ma qualcosa si sta muovendo

commenti

Non ci può essere tolleranza per il deficiente felice

di Quel deficiente di norvegese crede davvero di essere un eroe, per di più furbo. Solo un deficiente, infatti, può pensare di avere ragione al punto di uccidere a freddo settantasette - 77 - individui, quasi tutti giovani. La mancanza della capacità di dubitare è di per sé una deficienza,...

Altri articoli