Abusi sui figli, sconto in appello

Al padre condanna ridotta da 12 a 9 anni, alla madre da 10 a 5

Confermata la condanna, ma ridotta la pena a carico di una coppia di coniugi che avrebbero abusato dei due figli minorenni, uno di 4 anni e l’altra di 7. Per rispondere di violenza sessuale, infatti, sono comparsi ieri davanti alla prima Corte d’appello due coniugi, ora separati, che secondo il capo di imputazione avrebbero tra l’altro consumato i loro rapporti sessuali in presenza dei due minori.
In primo grado l’uomo aveva ricevuto una condanna a 12 anni e sei mesi, e la donna a 10 anni. Ieri è stata decisa una riduzione di pena per entrambi, e più consistente per la donna.
Il sostituto procuratore generale Gustavo Cioppa ha concluso la sua requisitoria, chiedendo la conferma della sentenza emessa dal tribunale. Sulla stessa linea l’avvocato di parte civile Gabriella Cascini (in rappresentanza dei due bambini), mentre i difensori, gli avvocati Claudio Cicciò e Mario La Monica, hanno sostenuto l’inconsistenza del capo di imputazione, chiedendo quindi una duplice assoluzione.
La corte ha parzialmente rinnovato le decisioni del tribunale, riducendo la pena a 9 anni per l’uomo e a 5 anni e sei mesi per la donna. Confermato, inoltre, l’obbligo del risarcimento dei danni, quantificato in 15mila euro per ciascuno dei due minori.