Accordo Regione-università, un campus per fare la «Grande Bicocca»

Sull'area dell'Universita degli studi alla Bicocca verrà realizzata una residenza per gli studenti da 104 posti letto a prezzi «calmierati». Firmato il protocollo, ora gli enti si impegnano a reperire i 7,8 milioni di euro necessari per rilanciare il progetto della Grande Bicocca

Un grande campus per la Bicocca. Regione e Università degli studi di Milano realizzeranno una residenza universitaria da 104 posti vicino all'ateneo. L'impegno a reperire i fondi è contenuto nel Protocollo d'Intesa firmato dal governatore Roberto Formigoni e dal rettore Marcello Fontanesi. Con questo atto, il progetto «Grande Bicocca» compie un ulteriore e importante passo avanti. Si tratta infatti di un intervento di grandi dimensioni, che completerà il restyling della zona cominciato a fine anni '90 con il trasferimento dell'ateneo milanese e di altre importanti infrastrutture (come il Cnr e Centri di ricerca). Nell'area dismessa dalla Pirelli (compresa fra le vie Sarca, Sesto San Giovanni, Chiese e Stella Bianca) ci saranno strutture a disposizione dell'Università per 17mila metri quadrati, residenze in edilizia libera per quasi 50mila metri quadri. edilizia convenzionata per altri 45mila (si calcola la costruzione di circa seicento alloggi per famiglie di quattro persone) e spazi commerciali per 14mila mq. Nell'area dell'Università troverà spazio la residenza universitaria da 104 posti letto su un'area di tremila metri quadrati. Per realizzarla in cofinanziamento, Regione e Università devono reperire 7,8 milioni di euro.
L'accordo, sottolinea Formigoni, «testimonia il nostro impegno per il diritto allo studio e l'investimento sul capitale umano, oltre al nostro interesse a dar nuova vita al quartiere Bicocca. Siamo convinti che la sua completa ristrutturazione e l'arrivo degli studenti non potranno che fare bene a questa zona di Milano».