Ad agosto studenti e imprenditori «personal shopper» per gli anziani

Per tutto il mese professionisti e giovani mettono a disposizione un pò del loro tempo per portare i pasti a domicilio agli anziani soli in città, per accompagnarli al supermercato o alle visite mediche. Un'iniziativa promossa dalla Caritas Ambrosiana che ha selezionato una squadra di 25 volontari.

Imprenditori, studenti e professionisti diventano personal shopper per gli anziani. Per tutto agosto entra in azione la squadra dei volontari per la consegna dei pasti a domicilio forniti dalla Caritas. L'iniziativa riguarda quest'anno il quartiere Gratosoglio. «Durante tutto l'anno vivo con l'assillo delle scadenze da rispettare, dei fornitori da pagare. Ad agosto, quando la città si svuota, i ritmi rallentano e finalmente si può continuare a lavorare, prendendosi un po' di tempo da dedicare agli altri e scoprire che è un'esperienza alla fine molto gratificante soprattutto per se stessi», racconta uno dei volontari. Davide Cavallo, 35 anni, è imprenditore e da tre anni nel mese in cui la città si svuota diventa uno dei personal shopper che l'associazione mette a disposizione di anziani e disabili. Anche questa estate ha scelto di rallentare i ritmi di lavoro e prendersi una pausa da dedicare gli altri aderendo all'iniziativa ed entrando a far parte del gruppo: 25 persone, 15 uomini e 10 donne, età media 40 anni.
«Ci sono lo studente e l'educatrice in pensione, il giovane professionista e l'impiegato di mezza età - spiegano allo sportello Volontariato della Caritas Ambrosiana gli operatori che hanno fatto i colloqui -. C'è chi si dedica al volontariato solo occasionalmente e chi invece lo fa pure durante il resto dell'anno. E chi, con la crisi, ha dovuto ridurre le vacanze ad una sola settimana in agosto e, dovendo stare in città per il resto del mese, si è messo a disposizione degli altri».
I personal shopper consegneranno a domicilio delle persone fragili segnalate dai servizi sociali del Comune di Milano i pasti preparati dalle aziende di ristorazione convenzionate. Inoltre, su indicazione dell'assessorato, potranno anche accompagnare gli anziani al supermercato, in posta per il ritiro della pensione, all'ambulatorio medico, o anche semplicemente al parco per una passeggiata.