Anoressia, al San Paolo 20 bimbi l’anno

Allarme infanzia: un bambino su venti soffre di disturbi alimentari. Patologie come l’anoressia, nelle sue diverse forme e fasi, che colpiscono bambini sempre più piccoli. mentre un tempo, infatti, si trattava di un disturbo tipici dell’adolescenza, adesso la malattia colpisce bambini dai 7 anni in su.
È la denuncia di Claudio Mencacci, primario del reparto di neuropsichiatria dell’ospedale Fatebenefratelli, che ha in cantiere l’apertura, prevista entro la fine dell’anno, di un centro per la diagnosi e la cura dei disturbi alimentari nei bambini e negli adolescenti.
Non solo, all’ospedale San Paolo un centro del genere esiste da un paio d’anni e conferma l’allarme: «Ogni anno ricoveriamo una ventina di bambini per disturbi legati all’alimentazione» dichiara Carlo Lenti, primario del dipartimento di Neuropsichiatria. Si tratta di piccoli che soffrono di anoressia. Bambini che vengono seguiti insieme ai loro genitori dagli specialisti e nei casi più seri assistiti giornalmente durante i pasti. I pazienti più gravi invece vengono ricoverati nelle strutture residenziali.