Aperitivo con la scienza al Museo di storia naturale

All’Atlantique invece domenica happy hour in compagnia della poesia

Fiorisce a Milano una nuova tendenza, quella dei Cafè Scientifique, luoghi dove chiunque può discutere delle ultime novità nel campo della scienza e della filosofia e, al tempo stesso, sorseggiare un aperitivo. L’iniziativa arriva al Museo di Storia Naturale di corso Venezia 55, che ha pensato di proporre, nella splendida cornice di le Jardin d’Histoire, roof-garden caffetteria del Museo, ogni primo e quarto giovedì al mese, alle ore 18.30, un programma di happy hour evoluzionistici. Una serie di incontri, in collaborazione con il portale telematico italiano dedicato all’evoluzione, pikaia.eu, che tratteranno svariati temi, dalla biologia e botanica, al determinismo biologico, dalla fede alla scienza, al mito dell'eroe nella storia dell'uomo, ai viaggi di piante e animali attraverso le nostre cucine, solo per citarne alcuni. L’ingresso è gratuito, la consumazione costa 6 euro compreso il buffet dell’aperitivo. Il trend, esportato in Italia come strumento informale per la comunicazione della scienza, ha, come protagonista, la discussione di un tema scientifico assieme a un ricercatore o un esperto, organizzata da università, librerie, o centri di ricerca, spaziando da temi attuali, ad argomenti più specialistici. Nonostante il nome, i caffè scientifici non hanno nulla a che vedere con i caffè letterari di fine settecento. Il modello di riferimento è, invece, quello dei Cafè Philosophique, ideati dal filosofo Marc Sautet nel 1992 per promuovere e sperimentare nuove strategie di comunicazione informale su scienza e filosofia, abbandonando i luoghi tradizionali della cultura accademica e istituzionale per mettersi a confronto con la gente comune, che, seduta al tavolo di fronte a un bicchiere ha pari dignità di parola. Non si tratta di una conferenza, non c’è nessuna cattedra, microfono, o supporti didattici e ampio spazio viene dato alla discussione. I caffè-scienza, nati in Francia, Parigi e Lione e poi in Inghilterra, si sono diffusi nel mondo, potendo, a pieno titolo, definirsi, come un dibattito sulla scienza all’interno di un luogo di divertimento. Un altro happy hour in controtendenza alla banalità è «Infusione, poesia ritmica visuale e delirio logico a cura della Contessa Pinina Garavaglia». Si svolge al Cafè Atlantique di viale Umbria tutte le domeniche ed è un reading show di versi originale ed eccentrico, durante il quale alcuni poeti declamano le loro poesie su basi musicali da loro scelte in simbiosi con i propri versi dando vita ad una vera e propria performance. L’idea nasce dall’esigenza di dare dei contenuti alternativi e culturali all’intrattenimento e allo svago e lo spettacolo ha lo scopo di liberare i pensieri e le emozioni attraverso uno show inedito, dinamico e divertente.