Gli autonomi non vogliono La Russa in Statale

Volantini contro l’invito dell’esponente di An a un dibattito sulla Finanziaria che si terrà a Scienze politiche: alcuni studenti pronti alle barricate «rosse»

Pietro Vernizzi

Autonomi dei centri sociali pronti a fare le barricate per impedire a Ignazio La Russa di entrare in università.
A invitare il capogruppo di An sono stati alcuni studenti di Scienze politiche in Statale, che hanno organizzato per domani pomeriggio nella sede di via Conservatorio un «Dibattito sulla Finanziaria» con politici, docenti e sindacalisti. Ma gli autonomi, con due volantini dal titolo «Fascisti su Marte, non in università» e «Nuovi fasci vecchie m...», annunciano l’«assalto culturale». «L’università non è una vetrina in cui fare campagna elettorale, ma un luogo di cultura libera, antifascista e antirazzista - si legge tra l’altro -. In università non c’è spazio per nessun fascismo, nessun esponente fascista con tanti scheletri nell'armadio deve avere diritto di parola. Nonostante qualcuno si sia travestito di nuovo la tradizione fascista rimane attuale in certi ambienti istituzionali, dai quali purtroppo non sono escluse le nostre università».
Gli autonomi, con un tam tam diffuso anche via Internet, si sono dati appuntamento un’ora prima del dibattito all’ingresso di via Conservatorio, annunciando «un assalto culturale contro il razzismo, il proibizionismo, la guerra e il controllo sociale». E intanto, a 20 giorni dall’aggressione a Scienze politiche da parte di alcuni esponenti dei centri sociali contro studenti di Azione universitaria (An), in facoltà sale la tensione. Allarmato anche il preside, Daniele Checchi, che ha scritto un’e-mail ai professori, avvisandoli che «il prossimo lunedì si preannuncia movimentato» e auspicando che «ove se ne presentasse la possibilità (in aula, nei cortili, nelle assemblee) i docenti intervenissero» per calmare le acque. «Allo scopo - conclude il preside - ho anche aperto un forum, con la speranza che la forza delle idee sia più forte della forza dei muscoli».