Balzoo, un banco alimentare per gli animali abbandonati

Raccolta di cibo per cani e gatti che non mangiano a sufficienza. I croccantini vanno anche agli ospiti dei canili. Donazioni libere

Ad aver fame sono anche i clochard a quattro zampe, cani e gatti che avvertono la crisi di riflesso. Se il padrone fatica a trovare i soldi per mangiare, figurarsi il suo animale da compagnia: per questo è nato Balzoo (www.balzoo.it), il primo banco alimentare dove al posto di minestre e pane caldo ci sono crocchette e mangime. Milano è la prima città ad ospitare l'iniziativa, destinata a diffondersi in tutta Italia: la missione è quella di raccogliere cibo per tutti gli animali che faticano ad avere lo stomaco pieno. Più per i Vagabondo che per i Lilli, insomma.

Il cibo raccolto va non solo agli animali abbandonati nei canili o agli amici dei senzatetto, ma anche a quelli che un alloggio ce l'hanno ma i cui padroni faticano a procurare anche il vitto.

«Non penso solo al Fido dei clochard, ma anche a cani, gatti e animali domestici di tante famiglie in grave crisi economica. Fanno fatica a sfamare se stessi, avere un aiuto per sfamare i loro amici aquattro zampe sarà di conforto per loro», spiega infatti Mario Furlan, fondatore dell'associazione di volontari di strada CityAngels (www.cityangels.it) che collabora attivamente con Balzoo. E aggiunge: «Ringrazio Fabrizio Labanti che mi ha fatto conoscere questa realtà. Siamo felici di avviare con Balzoo questa collaborazione, abbiamo moltipoveri che saranno felici di ricevere cibo per i loro animali». Il fondatore del banco alimentare zoologico, Luigi Griffini, spiega così la nascita di questa idea: «Amo gli animali e ho voluto fare qualcosa di concreto per loro e i loro padroni, spesso abbandonati dalle istituzioni. In questo caso il Comune di Milano si dimostra sensibile al problema, anche le altre città dovrebbero prendere esempio». Il progetto di Balzoo «si inserisce in un quadro di impegno e attenzione verso chi si trova in una condizione di grave emarginazione» spiega l'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino. Piano che comprende l'aiuto ai senzatetto con l'aumento dei posti letto e la distribuzione di kit igenico-sanitari. E adesso il welfare si rivolge anche ai quattrozampe: «Gli animali sono parte integrante di una famiglia e questa bellissima iniziativa serve proprio ad aiutare le famiglie che più hanno bisogno di assistenza - commenta l'assessore al Benessere e alla qualità della vita Chiara Bisconti -. Con questo progetto aiutiamo contemporaneamente bipedi e quadrupedi». La prima raccolta di cibo per il banco alimentare zoologico si tiene già oggi, con un gazebo in corso Europa. E si può aiutare con donazioni libere o partecipando come volontari: di angeli per i cuccioli c'è sempre bisogno, se poi è vero che anche i cani vanno in paradiso...