Le banche spingono Piazza Affari: +1,6% il Mibtel (+2,3% S&P/Mib)

In forte rialzo Unicredit (+5,9%), Intesa Sanpaolo (+4,5)% e Monte Paschi (+6,2%). Brilla Bulgari

I nuovi campanelli di allarme sullo stato di salute dell'economia americana non spaventano Piazza Affari che avanza, trainata dai titoli bancari. L'indice Mibtel chiude in rialzo dell'1,6% e l'S&P/Mib del 2,3% tra scambi per 2,9 miliardi. A dare fiducia agli operatori, dopo quattro giorni di stop per la pausa pasquale, sono stati i risultati trimestrali migliori delle attese comunicati ieri sera da Goldman Sachs. Fiducia che non è venuta nemmeno dopo i dati negativi sulle vendite al dettaglio americane e i prezzi alla produzione di marzo.
A Milano la giornata si è così rivelata positiva per l'intero comparto finanziario, i titoli del lusso e i media. Tra i bancari in evidenza Unicredit (+5,9%), Intesa Sanpaolo (+4,5)% e Monte Paschi (+6,2%) seguite da Bpm e Ubi Banca (entrambe in progresso del 3,8%).
Tra gli assicurativi, invece, rialzi significativi per Generali (+3,9%) e Unipol (2,8%). Nel lusso brillano Bulgari (+8,2%) e Luxottica che sale del 5,98% complice la promozione ricevuta dagli analisti di Deutsche Bank e il rinnovo della licenza quinquennale con Donna Karan.
Positivi i media, con Mondadori (+11,9%), Mediaset (+2,5%), Rcs (+4,9%). A picco invece Seat (-49,7%) che riporta il prezzo a livelli più in linea con l'aumento di capitale in corso. Il calo del prezzo del petrolio penalizza Eni (-0,88%) mentre Enel avanza dell'1,9% e Saipem del 2,8%. Debole A2A (-1,1%) che soffre dei dissidi nell'azionariato, che porteranno alla sostituzione dei consiglieri di sorveglianza espressi dal Comune di Brescia. Tra le altre blue chip, Fiat avanza dello 0,5%, in attesa di chiarimenti sulle voci che vorrebbero l'amministratore delegato Sergio Marchionne assumere anche la guida di Chrysler. Bene Autogrill (+4,4%) mentre Pirelli ha ceduto il 2,5%.
Tra le altre borse europee, Parigi ha guadagnato lo 0,88% e Francoforte l'1,47% mentre Londra ha chiuso praticamente piatta (+0,13%).