Brambilla e Gelmini capigita per studiare l’Unità d’Italia

Roma In gita con la scuola per conoscere meglio la nostra storia. I ministri dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, e del Turismo Michela Vittoria Brambilla presentano insieme l’iniziativa Dai Mille a un milione di studenti alla scoperta dell’Unità d’Italia. I due ministri hanno firmato un accordo per promuovere nelle scuole medie e nei licei viaggi di istruzione che abbiano come meta i luoghi più significativi del nostro passato e che possano rappresentare una tappa nel cammino verso l’Unità d’Italia che il 17 marzo celebrerà i suoi 150 anni. «L’idea è quella di coinvolgere almeno un milione di studenti - auspica la Gelmini -. Compito dei viaggi di istruzione è anche quello di contribuire alla formazione dei cittadini di domani. Per questo abbiamo deciso di stanziare oltre ai 130 milioni di euro destinati alle spese di funzionamento per gli istituti nelle quali rientrano anche le gite, altri 6 milioni di euro indirizzati proprio ai viaggi che abbiano come tema l’Unità d’Italia».
Il ministro Brambilla sottolinea che all’aspetto educativo si affianca quello economico per nulla trascurabile in un momento di crisi. «Il giro d’affari delle gite scolastiche nel 2008 è stato di 375 milioni di euro. Ed è davvero un peccato che in buona parte ne abbia beneficiato l’estero - si rammarica la Brambilla -. Un viaggio è sempre un’esperienza importante ma dispiace notare come molti ragazzi italiani abbiano già girato mezzo mondo ma non siano mai stati a sud di Roma». Le gite scolastiche rappresentano una grande opportunità per il settore soprattutto perché si svolgono quasi sempre lontano dalle date più affollate, in bassa stagione.
Per la scelta delle mete le scuole potranno avvalersi delle proposte elencate nei siti dedicati ai 150 anni ovvero www.italiaunita150.it e www.italia150.it. Per partecipare all’iniziativa le scuole interessate dovranno registrarsi al sito www.daimillleaunmilione.it dall’11 marzo al 15 aprile 2011 proponendo anche itinerari scelti autonomamente purché abbiano a che fare con l’Unità. Gli istituti potranno anche partecipare a un concorso che premierà i migliori filmati realizzati dagli studenti per raccontare luoghi, episodi e personaggi storici legati al viaggio.