Il brand spagnolo Hoss Intropia sceglie Roma per il primo monomarca italiano

Grande festa per l'inaugurazione dello show room in via Due Macelli. Presentato un cortometraggio di Maria Sole Tognazzi con Francesca Inaudi e la colonna sonora di Paola Turci

La moda spagnola sceglie Roma. Mentre le sfilate capitoline vanno avanti tra polemiche e divisioni arriva un segnale positivo per la capitale.
La griffe spagnola Hoss Intropia, in grande ascesa sul mercato, apre il suo primo monomarca a due passi da piazza di Spagna, in via dei Due Macelli.
E Costan Hernandez, fondatore-presidente del marchio, spiega il perchè con molta chiarezza: «Per noi in Spagna, come ovunque, è Roma a rappresentare l'Italia. É una città bellissima, storica, una delle capitali dell'umanità, con un grande turismo e un mercato molto variegato. Anche per la moda questo è l'obiettivo più alto. Qui le donne si vestono in modo fantasioso, eclettico, originale. Milano è importante, certo, e prima o poi ci arriveremo. Ma c'è troppa omologazione, tutte si vestono in modo uguale».
Nel nuovo spazio di oltre 300 metri quadri, in un antico palazzo del centro storico, si è festeggiata l'inaugurazione con tanti vip e le canzoni da vivo di Paola Turci.
É sua la colonna sonora del cortometraggio girato per l'occasione da Maria Sole Tognazzi e interpretato da Francesca Inaudi: «Welcome to Rome, Hoss Intropia! ».
Nel minifilm la Inaudi si aggira alla scoperta delle bellezze sfoggiando total look Hoss Intropia da turista super chic.
Sono i modelli della collezione per il prossimo inverno conferma, con un tocco romantico vintage molto di tendenza.
Hoss Intropia è già presente in Italia in 330 punti vendita multimarca, con un fatturato globale nel 2010 sui 49 milio di euro.
Ora, con l'apertura della prima boutique italiana a Roma, conferma l'importanza strategica del mercato italiano per il brand spagnolo, che vanta uno staff composto al 90 per cento da donne.
Dal 1994, quando è stato fondato, è cresciuto con incrementi del 25-30 per cento annui fino al 2007 (45 ml euro). Nel 2008 e 2009, nonostante la crisi, la crescita è stata del 10 per cento annuo.
La produzione è concentrata in Spagna, India e Cina. In questi ultimi due paesi, c'è un progetto etico con la Onlus Oxfam che insieme a Hoss Intropia tende, attraverso il lavoro, a emancipare le donne.
«L'apertura in Italia- spiega Hernandez-, secondo mercato per Hoss Intropia, è sempre stato un nostro obiettivo e siamo molto orgogliosi di averlo raggiunto».