Da Brera alla Triennale: le mostre a Milano

Mostre, esposizioni, dipinti e opere che per la prima volta vengono esposte in Italia: da oggi fino all'epifania Milano è tutto questo. Da Caravaggio a Dalì, da Tiziano a Leonardo. E altro ancora

Da qui a gennaio mostre, esposizioni ed esperienze culturali non mancheranno nei musei e nelle fondazioni milanesi. Da Caravaggio a Tiziano, passando per Botticelli, Dalì, senza dimenticare artisti iraniani e giapponesi di prim'ordine: sono solo alcuni degli eventi a cui è possibile prendere parte nei palazzi della cultura del capoluogo lombardo. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le offerte che vengono proposte al pubblico.

Museo Poldi Pezzoli In occasione dei 500 anni dalla morte di Sandro Botticelli, dal 12 novembre al 28 febbraio 2011 sarà possibile vedere una mostra che riunisce per la prima volta le opere di uno dei più grandi maestri del Rinascimento italiano conservate nelle collezioni pubbliche lombarde. Per fare solo alcuni esempi, il Poldi Pezzoli possiede due dipinti: la Madonna del Libro e il Compianto sul Cristo morto, e un ricamo eseguito su disegno dell’artista per un cappuccio di piviale. 

Pac (Padiglione d’arte contemporanea) Fino al 14 febbraio 2010  ci sarà un evento unico, in esclusiva assoluta per l’Italia, dedicato a Yayoi Kusama, la protagonista indiscussa dell’arte contemporanea giapponese. Oltre a dipinti figurativi e astratti di recente realizzazione, sculture, installazioni e disegni formativi dell'artista risalenti agli anni ’50 e ’60. Yayoi Kusama è nata a Matsumoto City, Giappone, nel 1929.
E sempre a Palazzo della ragione è aperta al pubblico fino al 13 Giugno 2010 la mostra “Armando Testa-Il design delle Idee”: una retrospettiva del pubblicitario che presenta la sua attività di designer, un aspetto meno noto della sua opera.

Castello sforzesco
Fino al 10 gennaio 2010 sarà possibile gettare "Lo sguardo della fotografia sulla città ottocentesca Milano 1839 - 1899" nelle sale panoramiche del Castello

Palazzo Morando Fino al 12 dicembre 2010 si può vedere la mostra "Il nero non è mai assoluto" con fotografie di Roberto Cavalli.

Palazzo Reale Fino al 30 gennaio torna a Milano dopo 50 anni il genio di Salvador Dalí: con una mostra che indaga sul rapporto del grande artista spagnolo con il paesaggio, il sogno e il desiderio. Inoltre, Palazzo reale e la Fondazione Antonio Mazzotta propongono la prima retrospettiva italiana di Mikalojus Konstantinas Čiurlionis. Sono esposte 73 tempere e pastelli su tela o cartoncino del maestro, oltre a 40 opere grafiche (acquarelli, chine e disegni), 24 fotografie e molti documenti (tra cui una raccolta di lettere inedite per l'Italia) provenienti da un tempio segreto dell'arte moderna: il Museo Nazionale d'Arte M.K. Čiurlionis a Kaunas, in Lituania.

Fino al 6 gennaio, inoltre nel percorso espositivo si può ammirare la stagione artistica del Seicento lombardo, approfondita dalla pittura sacra del tardo Seicento e del primo Settecento ei dipinti di artisti veneti tra i quali Giambattista Tiepolo. 

Palazzo della ragione Un nuovo straordinario evento dedicato a Caravaggio, nella sua terra di origine, chiude le celebrazioni per il quarto centenario della morte del maestro lombardo. Tutte le opere di Michelangelo Merisi (1571–1610) si potranno ammirare nel loro folgorante splendore fino al 13 febbraio 2011.

Palazzo Marino Dal 3 dicembre fino al 6 gennaio, dopo il successo delle esposizioni di "La conversione di Saulo" del Caravaggio, nel 2008, e di "San Giovanni Battista" di Leonardo, un pezzo di Louvre arriva a Milano, per un'esposizione straordinaria a Palazzo Marino: la "Donna" di Tiziano. Nella cornice del progetto "Milano per le donne", l'esposizione del dipinto di Tiziano, uno dei massimi capolavori del Louvre, sarà il pezzo da novanta della manifestazione che rinnova la collabrazione tra Eni ed il Comune di Milano.

Ambrosiana Fino al 5 dicembre 2010 sarà possibile vedere la quinta mostra dei disegni del Codice Atlantico di Leonardo "Le armi e le macchine da guerra di Leonardo ", che racconta attraverso questa nuova selezione di fogli, gli interessi dell'artista nel campo delle macchine da guerra, d'assalto e da difesa.

Triennale Fino al 16 gennaio 2011, alla Triennale-Design Museum viene presentata per la prima volta in Italia la mostra "Anticorpi. Antibodies" dei fratelli Fernando e Humberto Campana, una mostra prodotta dal Vitra Design Museum di Weil am Rhein, Germania.

Mentre fino al 9 gennaio, sempre alla Triennale, sono in mostra la violenza sul femminile, lo stravolgimento ecologico, gli abusi sugli animali, le ossessioni umane, le vittime della guerra e della famiglia. il tutto fa parte della mostra collettiva "Immagini inquietanti. Disquieting images", che raccoglie una serie di fotografie radicate in esperienze inquietanti tanto reali quanto diverse nella loro varietà. Per il contenuto delle immagini la mostra è vietata ai minori di 14 anni e rivolta a un pubblico adulto.

Fondazione Pomodoro Fino al 30 gennaio Riyas Komu, scultore indiano emergente, espone l’installazione "Oil’s Well, Let’s Play!", composta da una serie di sculture mobili, in cui una sorta di cavallo di Troia appare disegnato sopra delle elaborate zampe di legno intagliate che richiamano la tradizione indù di Ratha, il momento in cui gli Dei escono dal Tempio in processione per andare a impartire la loro benedizione.