Caffè letterario Al giovedì si cena col jazz d’autore

Elena Giliberti

Da sempre è il Caffè Letterario di via Solferino 27, un angolo di Brera dove bere un buon bicchiere di vino o cenare circondati dalle opere appese alle pareti di pittori di fama internazionale, abbandonati a un sottofondo di musica d’autore. Da poco però Fulvio Offen, nuovo titolare del locale, l’ha reso covo di jazzisti. Musicisti noti e meno noti che ogni giovedì sera suonano per pochi intimi e per se stessi, creando un’atmosfera casalinga ormai rara nei locali milanesi.
Particolarmente accurata la scelta dei concertisti, in virtù dell’ambiente unico che il nuovo gestore vuole creare, con una programmazione interessante per il mese di giugno. Due trii, un quartetto e un duetto distribuiti durante i quattro giovedì del mese.
Francesco Manzoni, insegnante al conservatorio Giuseppe Verdi, suonerà tromba e flicorno in compagnia di Michele Franzini al pianoforte e Juri Goloubev, primo contrabbassista dell’orchestra sinfonica di Mosca, convertitosi negli ultimi anni al jazz: questo il trio che aprirà le danze il 9 giugno. Per l’occasione i tre fuoriclasse ripercorrerranno i classici americani adattati allo stile personale del trio.
Ci sarà invece la batteria di Marco Castiglioni insieme al contrabbasso di Attilio Zanchi e al piano di Mauro Grossi (livornese di fama mondiale) a ritmare le note del concerto previsto per il 16 giugno.
Mentre il Milano Swingtet (nella foto), sarà il quartetto protagonista della serata del 23 giugno proponendo un jazz sofisticato e sentimentale degli anni Trenta. Alfredo Ferrario sarà al clarinetto, Paolo Alderighi al pianoforte, Massimo Caracca alla batteria e Stan Caracciolo, fondatore e leader del quartetto, porterà nel piccolo locale milanese l’esperienza raccolta in tutti i principali festival del jazz in Europa, Asia, Africa ed America Latina.
Ma la vera chicca è il duetto dell’ultimo giovedì del mese: Attilio Zanchi e Garrioson Fewell, l’americano senza bisogno di presentazione. Tutti i giovedì i concerti cominciano alle 21.30, e visto il numero limitato di posti a sedere nel ristorante meneghino è consigliata la prenotazione (tel.02-29.01.51.19).

Annunci

Altri articoli