A Carla Fendi il premio «Casato Prime Donne» 2011

A Montalcino consegnato il riconoscimento al presidente onorario di Fendi, protagonista della moda italiana e oggi del mecenatismo culturale, per il suo ruolo di manager di successo

É Carla Fendi la vincitrice del Premio «Casato Prime Donne» 2011, assegnato da anni a Montalcino a chi «con il suo impegno valorizza la presenza femminile nella società e nel lavoro».
Il presidente onorario di Fendi, protagonista della moda italiana e oggi del mecenatismo culturale, ha ricevuto il riconoscimento dal Casato Prime Donne, azienda che rappresenta una bandiera per l'enologia perchè prima in Italia ad essere guidata da un organico totalmente al femminile.
Il premio, giunto alla sua tredicesima edizione, è organizzato dalla cantina di Brunello «Casato Prime Donne» per promuovere il ruolo della donna nella società e nel lavoro e ogni anno indica un personaggio femminile di primo piano, che sia espressione di eccellenza professionale e di impegno sociale.
A Carla Fendi è stato consegnato in una cerimonia sabato 17 settembre, nel teatro degli Astrusi a Montalcino.
La giuria, formata da Francesca Cinelli Colombini, Rosy Bindi, Anselma dell' Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Vigione, ha attribuito a Carla Fendi il riconoscimento per il suo ruolo di manager di successo che ha contribuito a diffondere la moda italiana in tutto il mondo.
Inoltre per il suo impegno che, negli ultimi anni, l'ha portata, attraverso la Fondazione Carla Fendi, a trasformare «il suo amore per l'arte in azioni concrete finalizzate a restauri e iniziative culturali», come il restauro dello storico teatro Caio Melisso a Spoleto, oltre al sostegno del Festival di Spoleto.
Secondo la tradizione del premio, la vincitrice dedica un pensiero al territorio che viene poi inciso su un cippo di travertino collocato lungo un sentiero nei vigneti del Brunello Casato Prime Donne.
Ed ecco la testimonianza di Carla Fendi: «E' sacro, e da proteggere con ogni cura, tutto ciò che dalla fatica e dal lavoro dell'uomo è trasformato fino a diventare arte e bellezza, come questa impareggiabile terra senese e i suoi prodotti, per il geniale talento e l' appassionata, tenace operosità della sua gente, a me così cara».
Nel percorso delle dediche, che si snoda all'interno della campagna patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, hanno lasciato negli anni il loro ricordo personaggi famosi del mondo femminile come Carla Fracci, Kerry Kennedy, l'astronauta Samantha Cristoforetti, oltre molte altre personalità del mondo femminile.
Sono stati assegnati anche dei riconoscimenti per le sezioni di giornalismo e fotografia, per i migliori contributi nella divulgazione del territorio e del suo vino.
I vincitori dono Bruna Fattenotte, Marisa Fumagalli, Herving Van Hove e Stefano Caporali.