Carmine, tre serate per finanziare i restauri

Nella chiesa appuntamenti fra arte e storia l'8, il 15 e il 22 maggio alle 21

Tre serate tra storia arte memoria ed attualità. La chiesa del Carmine, denominata anche la “nobile chiesa del castello”, fu voluta espressamente dal signore di Milano Gian Galeazzo Maria Visconti nell’anno 1400 e ad essa lavorarono, nelle varie fasi della costruzione, artisti prestigiosi, come gli architetti Antonio da Venezia, il Solari, il Quadrio ed i Macciachini (costruttore della facciata) i pittori Camillo Procaccini e il Fiammenghino, lo scultore lombardo Volpino.

Come tutte le grandi opere di valore storico ed artistico, ha bisogno di continue cure: stiamo iniziando la fase di ristrutturazione del campanile e di restauro delle facciate del transetto e della sacrestia artistica. Chiesa del Carmine, legata al convento dei Carmelitani, divenne Parrocchia alla fine del '700. Come altre parrocchie del centro storico di Milano ha vissuto trasformazioni profonde della sua popolazione, seguendo le vicende quel quartiere Brera del quale è parte integrante.

Ora è il punto di riferimento di un piccolo nucleo di italiani che abitano il territorio parrocchiale, ma anche di migranti di lingua inglese ed in particolare di una grossa comunità di filippini. La Parrocchia per lanciare l’interesse e la partecipazione dei frequentatori della chiesa del Carmine in vista dei restauri imminenti, ha organizzate tre serate, che hanno come scopo di farli “affezionare” alla storia che essa racchiude, ma anche per renderli coscienti che in essa si sta cercando di realizzare un progetto ambizioso di far convivere tre comunità molto diverse tra loro, quale quella italiana, inglese e filippina. Un progetto di grande attualità nelle nostre società ormai multietniche e multiculturali: cercare, attraverso la vita e le attività religiose, culturali e sociali legate alla chiesa del Carmine, di costruire una convivenza coesa e solidale di tre comunità così diverse.

Per questo le tre comunità sono state invitate alle tre serate di giovedì 8 -15 e 22 maggio alle ore 21.00 che si terranno nella chiesa per condividere la storia, l’arte, la memoria e soprattutto l’attualità. Giovedì 08 maggio, ore 21.00: la storia e l’arte
Giovedì 15 maggio, ore 21.00: il restauro della "Cappella del Carmine"
Giovedì 22 maggio, ore 21.00: visita guidata ai tesori artistici della chiesa