Casalesi, dopo Scarfacesotto sequestro la villacon il "$" alla Paperone

La Gdf ha sequestrato la villa del boss Alfonso Schiavone. Nel cortile di casa una gigantesca "$" in cubetti di porfido

Maxi-sequestro da parte della Guardia di Finanza, che sottrae proprietà per 2 milioni di euro a persone legate al clan di Casal di Principe. Tra gli immobili messi sotto sequestro anche la villa di Alfonso Schiavone.

E se una precedente operazione aveva permesso il sequestro della proprietà di un altro Schiavone, Walter, fratello del boss "Sandokan", che aveva eretto casa sua ispirandosi al mito hollywoodiano di Scarface e facendo quindi realizzare una riproduzione fedele della villa nella De Palma aveva ambientato il suo mafia-movie, Alfonso Schiavone si accontenta di un po' meno e si limita, per la sua tenuta, a far realizzare un'enorme "$" in cubetti di porfido sul pavimento del cortile di casa.

Il simbolo del dollaro certo, il simbolo che nella tradizione disneyana è l'effige di casa De Paperoni e che ha fatto subito associare la casa al celeberrimo "deposito", ma anche una Esse intersecata da una I, ovvero le iniziali dei due proprietari di casa, Schiavone e Iovine.

Insieme alla villa del boss dei casalesi, la maxi-operazione messa in piedi dalla Guardia di finanza, rinominata operazione "Dominum",  ha permesso di sequestrare proprietà per un valore complessivo di 2 milioni di euro e di colpire le proprietà di tre persone legate al clan di Casal di Principe: Vincenzo Caterino, Giuseppe Pellegrino e Alfonso Schiavone.