"Catastrofe a Milano..." Il San Raffaele simula un'emergenza

Set teatrali ricostruiti a grandezza naturale, attori che per un giorno
interpretano le vittime di un disastro aereo o di un attacco terroristico. Milano sotto attacco per tre giorni, ma è solo una
finzione per imparare ad affrontare le maxi-emergenze sanitarie

Set teatrali ricostruiti a grandezza naturale, attori che per un giorno interpretano le vittime di un disastro aereo o di un attacco terroristico. Milano sotto attacco per tre giorni, ma è solo una finzione per imparare ad affrontare le maxi-emergenze sanitarie. Per la prima volta in Italia, l’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele di Milano organizza dal 5 al 7 ottobre un evento formativo sulle maxi-emergenze, coinvolgendo l’Estes (European Society for Trauma and Emergency Surgery), società europea che si occupa di Chirurgia di Urgenza e del Trauma. Per maxi-emergenza sanitaria si intende una situazione in cui il numero di feriti è sproporzionato rispetto alle risorse normalmente disponibili. Catastrofi naturali, incidenti aerei, disastri industriali, incidenti ferroviari, azioni terroristiche rappresentano un’eventualità per cui occorre una preparazione adeguata da parte di tutte le istituzioni coinvolte nella gestione e nel coordinamento degli interventi. L’Istituto Scientifico Universitario San Raffaele ha recepito l’invito della Regione Lombardia a dotarsi di un piano per la gestione intra-ospedaliera delle maxi-emergenze in coordinamento con le strutture del 118. La metodologia didattica affiancherà teoria e pratica con esercitazioni volte a simulare l’interazione di più ruoli, così da consentire a tutti i partecipanti di collocarsi nella dimensione d’insieme necessaria a governare efficacemente la complessità di una maxi-emergenza.