Chirurgia estetica sotto l'albero di Natale

In questo periodo aumentano le richieste di mastoplastica additiva, liposuzione, lifting 3D, labbra, protesi sottorbitarie. Il dottor Alberto Armellini parla delle nuove tendenze

Un tempo Babbo Natale riceveva lettere con richieste di bambole, trenini elettrici, motorini nuovi, maglioni o al massimo anelli. I tempi sono cambiati, cresce il numero di donne e uomini, che chiedono per Natale trattamenti di ringiovanimento sia medici che chirurgici, per presentarsi al nuovo anno più «freschi» e «giovani». Lo svela il dottor Alberto Armellini, specialista in Chirurgia Plastica, Estetica e Ricostruttiva, diplomato alla Scuola Internazionale di Medicina Estetica, esperto di bellezza e pioniere del Lifting 3D.
Dottor Armellini è vero che in questo periodo aumentano le richieste di interventi?
«Sicuramente esiste un incremento del lavoro legato a tanti fattori, il primo è quello climatico, cioè con temperature non più elevate e il rischio foto esposizione ridotto c'è una migliore predisposizione agli interventi, il secondo è che ci si prepara alla prova costume invernale per chi si concede vacanze al mare nel periodo natalizio o soltanto un desiderio di presentarsi al nuovo anno con la volontà di specchiarsi e vedersi più giovani, più in forma. Questa tendenza rimane in gran parte un fenomeno femminile, ma sono sempre di più gli uomini che si sottopongono a procedure sia mediche che chirurgiche».
Lei per lavoro trascorre diversi mesi l'anno a Los Angeles, anche in California c'è questa tendenza?
«Assolutamente si, anche se è bene sottolineare che ci sono tante richieste di interventi in tutti i periodi dell'anno sia in California che in Italia. Due anni fa mi trovavo a Los Angeles per lavoro, e nello studio del mio Maestro, il professor Terino vennero a visita separatamente, ognuno all'insaputa dell'altro, marito e moglie, con l'intento di voler regalare per Natale trattamenti al rispettivo coniuge. Mi raccontarono quanto si sono divertiti all'apertura dei regali il 24 notte, e poi decisero di operarsi lo stesso giorno ai primi di gennaio. È un nuovo modo di dimostrare il proprio amore all'altra metà».
Quali sono gli interventi più richiesti?
«In ambito chirurgico sicuramente la mastoplastica additiva, la liposuzione, e tutta la chirurgia del viso come Lifting 3D, blefaroplastica, rinoplastica e contouring face con protesi sottorbitarie. Per quanto riguarda la medicina estetica al primo posto troviamo l'acido ialuronico per le labbra e la tossina botulinica per distendere le rughe della fronte e del contorno occhi, poi a seguire biolifting, peelings. Tantissime sono le richieste last minute di medicina estetica per il veglione di capodanno».
Le statistiche raccontano, che queste richieste provengono da donne sempre più giovani e anche da tante ragazze.
«Il desiderio di bellezza ormai non ha più età, i nostri studi sono frequentati da nonne, da mamme e anche da figlie, quest'ultime sempre più attente alla cura della pelle ed alla prevenzione. Ogni età ha diritto di essere vissuta nel migliore dei modi e soprattutto non è mai tardi per cominciare a curarsi e a prendersi cura di se stessi».
Quali consigli diamo ai nostri lettori?
«Ricordarsi che la chirurgia estetica è un ramo della chirurgia plastica pertanto gli interventi vanno affrontati sempre con consapevolezza ed estremo rigore. Rivolgetevi sempre e solo a medici specialisti in chirurgia plastica e non a medici di altre specialità "prestati" alla chirurgia estetica. Gli interventi devono essere eseguiti in sala operatoria di cliniche di accertato livello, sempre in presenza dell'anestesista e di un'equipe chirurgica al completo. Per quanto riguarda la medicina estetica è bene rivolgersi a medici diplomati in Medicina estetica e utilizzare solo fillers totalmente riassorbibili, come per esempio l'acido ialuronico. Un ultimo consiglio, non esagerate, perché non sempre grande è sinonimo di bello, anzi».i