Ciclismo, record di iscritti alla Milano-Rapallo

Si disputa oggi la Milano-Rapallo, la classica d'autunno del ciclismo che praticamente chiude la stagione agonistica sulle strade della Liguria. La gara, da sempre organizzata dalla S.C. Geo Davidson di Rapallo, è riservata alle categorie elite ed under 23 e festeggia la sua quarantanovesima edizione. La manifestazione, che si è ritagliata uno spazio di primo piano nel panorama ciclistico internazionale batte quest'anno il record di adesioni: sono infatti ben duecento gli atleti iscritti in rappresentanza di ventidue formazioni. Ed importanti novità accompagneranno questa gara che è stata inserita insieme al «2° Lombardia Tour» ed al «51° gran premio Somma» in un trittico di gare particolare prestigio denominato «1° gran premio Mare e Monti». Inoltre la corsa sarà prova unica valida per l'assegnazione del campionato regionale ligure.
Il cast delle compagini che hanno mandato la loro adesione è di prim'ordine: saranno al via la nazionale russa, la squadra svizzera del Mendrisio, nove formazioni lombarde, sette toscane, due piemontesi, una ligure ed una emiliana.
Tra gli atleti che hanno buona credenziali di successo e si pongono nel ristretto nugolo dei favoriti troviamo Cattaneo, l'ucraino Buts e Rissi della Pagnoncelli Ngc, il sanremese Barla e Canotti della Bergamasca, i russi Reshetnikov e Solomennikov, il toscano Magazzini della Mastromarco Chianti Sensi, Massano e Risoni del Team Tata, Bonucelli e l'albanese Haxhi della Ciaponi Edilizia, l'ucraioni Buchko del Progetto ciclismo Otc, Stortori e Vona della Finauto Neri, Bisolti e Corti della Palazzago Saclà, Negri e Barinelli della Tad Pharma Named, Zanasca e Dodi della Podenzano Tecnionx, il bielorusso Autka della Promociclo ed varismo Giani, portacolori del V.C. Mendrisio e terzo lo scorso anno alle spalle del francese Antomarchi e di Rossi. Nell'albo d'oro della manifestazione troviamo i nomi di atleti poi diventati famosi come Moser, Algeri, Salgari, Furlan, colombo, Kuchynsky e Riccò, mentre la media record della corsa (km 47,056) appartiene a Daniele Callegarin che lo ha stabilimento nel 2005.
La gara, che si disputerà su un percorso di 206 chilometri, prenderà il via a mezzogiorno da Opera; nei primi cento chilometri, tutti pianeggianti, sono previsti tre traguardi volanti (Rinasco, Casteggio e Serravalle Scrivia). Superata Busalla la strada inizierà ad inerpicarsi ed al passo della Scofera sarà situato il primo gran premio della montagna. Dopo i corridoi percorreranno la veloce discesa fino a Chiavari ed il finale che, come sempre si prevede entusiasmante, ha un programma il passaggio alle Grazie ed al «dente» del Castellaro: sarà lì, su quelle asperità, che dopo quattro ore di gara si deciderà la corsa. L'arrivo, sul lungomare di Rapallo, è previsto poco dopo le 16.