Clementina è a casa: il quartiere oggi fa festa

Enrico Lagattolla

«Tutto bene, sono contentissima». Tre minuti dopo le 11, l’attesa è finita. Il «Falcon 900» partito da Ciampino alle 10.10 di ieri atterra a Linate. A bordo Clementina Cantoni, a casa dopo 25 giorni di sequestro e una notte romana. Via Jan, stessa ora, davanti al portone del civico 4 già presidiato da agenti di polizia e carabinieri. Sponda est: giornalisti, fotografi e cineoperatori di nuovo in massa. Sponda ovest: abitanti della zona, passanti e curiosi in costante aggiornamento telefonico. Filo diretto con chi è a casa, davanti a radio e tv. Notizie che circolano nell’etere. «Clementina sta tornando».
Linate. Scende i gradini del Falcon e tocca Milano. Il primo incontro è col sindaco Gabriele Albertini e il prefetto Bruno Ferrante. Strette di mano, baci e abbracci. Emozionato, il sindaco, per «una persona straordinaria e con una personalità ricca». «Siamo tutti felici di ritornare ad abbracciare Clementina - ha aggiunto -. Con gioia le conferiremo un Ambrogino d’oro». (...)