Coca nelle scarpe col doppiofondo: arrestato

Per prelevare le dosi il giovane fingeva di allacciarsi le stringhe

Forse è guardando il film «Notte prima degli esami» dove uno dei protagonisti aveva ideato delle scarpe che nascondevano le formule matematiche che un trentatreenne di Bresso ha deciso di inventare della calzature con tanto di nascondiglio. Nel suo caso però sotto i piedi non dovevano essere celate nozioni per l'esame di maturità ma due grammi e mezzo di cocaina che portava con sé. A scoprire l'insolito scomparto ricavato tra la suola e la tomaia, i carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni che l'altra sera si sono insospettiti alla vista del giovane che passeggiava nervosamente in via Manzoni a Bresso e all'apparenza continuava a chinarsi per controllare le stringhe delle scarpe. In realtà quando gli occorreva una dose si accovacciava, faceva finta di sistemarsi le calzature mentre prelevava la sostanza stupefacente. Quando gli si è avvicinata una ragazza e il trentatreenne ha nuovamente armeggiato con le scarpe, i militari sono intervenuti bloccandolo prima che la droga passasse alla giovane. Oltre la dose che stava ancora stringendo tra le mani, gli uomini dell'Arma hanno scoperto sotto le suole 2,5 grammi di cocaina. Arrestato per detenzione di sostanze stupefacenti, il bressese, era uscito dalla casa circondariale mesi fa grazie all'indulto.