Coscia stellare al Planetario Idroscalo, suona Tomelleri

Franco Fayenz

Un singolare e attraente concerto di “fisarmonie celesti” è il primo della settimana. Si tiene domani nella sala del Planetario di Milano in corso Venezia 57, in due set che iniziano alle 20.30 e alle 22. Protagonista del concerto è il fisarmonicista Gianni Coscia che suonerà da solo, ma avrà al suo fianco l’astrofisico Fabio Peri, incaricato di intrecciare con la musica una sua guida fra le stelle e i pianeti. Il recital inaugura la quinta edizione delle Serate al Museo che si prolungheranno fino al 26 luglio.
Martedì. Alle 21.30 continua il programma del Brianza Open Jazz Festival che si trasferisce a Brugherio nel parco di Villa Fiorita per ospitare il Mahavishnu Project di Bob Thomas. Mercoledì è invece di scena il Trio De Vito-Rea-Pietropaoli con Aldo Romano. Sabato 2 luglio e domenica 3 la rassegna approda a Besana Brianza, in piazza Umberto I, dove suonano rispettivamente l’Avant Orchestra e il Michele Bozza Quartet con Franco Ambrosetti.
Il club Blue Note di via Borsieri 37 riapre domani (ore 21 e 23.30) con un cartellone vario e interessante. Il percussionista Trilok Gurtu suona il 28 e il 29 giugno in quartetto con Carlo Contini al violino e alla melodica, Gros Ngolle Pokossi al basso e Woody Aplanalp alla chitarra; giovedì 30, per una sola sera, si può ascoltare il trombettista Wallace Roney, grande controfigura di Miles Davis nel famoso concerto di Montreux del luglio 1991, in un sestetto nel quale primeggia Adam Holzman, ex Miles Davis, al pianoforte. Nel weekend arriva il sassofonista Sonny Fortune per un omaggio al suo maestro John Coltrane.
All’Idroscalo (ore 21) giovedì 30 continua la serie Città del Jazz diretta da Gaetano Liguori con La nascita del jazz a cura dei Jazz Devils di Paolo Tomelleri.