132 milioni di euro risparmiati con la "siringa nazionale" per l'Asl

Prezzi al ribasso e forniture uniformate. Così la Sanità rispamierà milioni

Il risparmio è considerevole e per arrivarci è bastato uniformare le pratiche seguite nello Stivale. Sono 132 i milioni di euro che la sanità risparmierà nei prossimi due anni, su una spesa annua di 150, grazie alla decisione di comprare per le Asl di tutta Italia siringhe ad aghi di 15 tipi diversi.

Un maxi-appalto che allo Stato costerà 18 milioni di euro, con cinque aziende ad aggiudicarsi il bando per la fornitura, fino a un massimo di 850 milioni di pezzi singoli, circa la metà del fabbisogno della pubblica amministrazione.

Fra il 35 e il 70% i ribassi sui costi - spiega il Corriere della Sera -, che ricorda come le variazioni nella spesa fino a oggi andassero dai 50 centesimi del Piemonte all'euro tondo della Sicilia.

"Possiamo considerare tutto questo un risultato eccellente, per la qualità raggiunta e per il risparmio ottenuto rispetto ai prezzi che normalmente le amministrazioni pagano - spiega Luigi Marroni, amministratore delegato della Consip -. In ultimo, va segnalato il passo in avanti fatto per ridurre, se non eliminare, la difformità dei prezzi a livello geografico che da sempre caratterizza questi prodotti".

Commenti

manfredog

Ven, 27/01/2017 - 19:25

..queste sono le siringhe piccole; quelle grosse (di siringhe) non danno luogo a nessun risparmio, per noi, anzi..!! mg.

laghee100

Ven, 27/01/2017 - 20:31

siamo sicuri che non se ne faranno fatturare il doppio ??????

swiller

Ven, 27/01/2017 - 22:16

E prima chi si intascava i soldi paese di ladri.