A 16 anni massacra con un'accetta tutta la famiglia. Poi si lancia da un traliccio

La tragedia è avvenuta domenica 18 agosto in un villaggio della regione russa di Ulyanovsk, nella zona del Volga

Ha massacrato con un'accetta tutta la sua famiglia: sua mamma, i suoi fratellini e anche i nonni. Poi, dopo averli uccisi tutti e cinque, il ragazzo di soli 16 anni si è tolto la vita. È successo in Russia, in un villaggio della regione russa di Ulyanovsk, nella zona del Volga. A riportare la tragica notizia è il Messaggero, che cita iun articolo di Russia Today.

Il ragazzo viene descritto dai media russi come uno studente modello. Stando a quanto riferito, però, negli ultimi tempi si lamentava del rapporto con la madre. Il giovane ne aveva parlato anche con un suo amico e in un messaggio vocale parlava di "un conflitto continuo" con il genitore. Inotre, il minore non andava d'accordo nemmeno con la sorella e il fratello, il cui rapporto sfociava spesso in litigi.

Il 16enne, prima di compiere il massacro, ha scritto una nota. "Ho deciso di lasciare questa vita e per non far stare male i miei familiari ho deciso di prenderli con me", si legge nel messaggio citato dall'agenzia Interfax. Dopo avere ucciso tutti e cinque i suou famigliari con un'accetta, il ragazzo si è arrampicato su una torre per telecomunicazioni e si è gettato di sotto.

Commenti

Gilgamesh1000

Lun, 19/08/2019 - 19:56

Spero solo che non sia morto sul colpo.