Il 2 giugno grillino "per l'inclusione" Militari presi in giro

I grillini al governo ci ricascano: la Trenta sminuisce e ridicolizza il ruolo delle Forze armate. E scatena l'ira dei soldati

Il governo più giallo che verde ci ricasca sminuendo il ruolo delle Forze armate o addirittura ridicolizzandole, scatenando una valanga di reazioni dei nostri soldati. Il ministero della Difesa fa sapere che il 2 giugno sarà la festa «dell'inclusione per evidenziare la volontà di non lasciare indietro nessuno, di combattere contro le emarginazioni sociali». In pratica il ministro Elisabetta Trenta rischia di venire scambiata per la responsabile delle Politiche sociali, come se le nostre Forze armate fossero una specie di banda di boy scout più simile alla Croce rossa che a soldati in armi per difendere la Patria e combattere nelle «guerre» di pace degli ultimi anni.

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il giorno prima ha fatto ancora peggio spiegando e sollevando i violini della platea pacifista, che farà comprare cinque fucili in meno per finanziare borse di studio pacifiste. Non una grossa spesa, ma con un effetto simbolico devastante sulla bocca del premier, che ha aggiunto peggiorando la situazione: «Ci saranno cinque nostri che sono senza fucile. E va bene andranno nelle retrovie a parlare di pace. Quindi ringrazio anche il ministro della Difesa Elisabetta Trenta perché ha compreso lo spirito dell'iniziativa».

La Difesa grillina, con l'uscita sul 2 giugno festa buonista per tutti, magari anche per i clandestini che stanno arrivando dalla Libia, non ha ancora capito che le Forze armate non sono una Ong o un'associazione di volontariato. Purtroppo i segnali di questo decadimento si erano già visti il 4 novembre scorso, Festa non solo dell'unità nazionale, ma proprio dei nostri soldati e centenario della vittoria della prima guerra mondiale. Ad onor del vero Trenta aveva cercato di fare passare un video combat per spiegare all'opinione pubblica che i soldati sono addestrati a combattere e non solo a portare caramelle ai bambini. Anche in quell'occasione è intervenuto Palazzo Chigi con una schifosa censura. Il risultato è che nel manifesto ufficiale del 4 novembre i nostri soldati erano praticamente disarmati e simili a una sottospecie di Protezione civile rafforzata. Per il 2 giugno si preparerà anche di peggio, nonostante la medaglia d'oro al valore militare, Gianfranco Paglia, sia corso in difesa del ministro Trenta spiegando che aprirà la sfilata il Gruppo paralimpico della Difesa e poi «dipendenti civili, sindaci, militari appartenenti alla riserva selezionata». Benissimo e nulla di nuovo, ma proprio i militari paralimpici, che in parte conosco di persona, sono stati feriti nella carne e nell'animo sui fronti più duri, come Paglia, combattendo in prima linea. Perché non esaltarne il valore sui campi di battaglia, come i tutti Paesi seri, piuttosto che mescolarli con sindaci, personale civile e così via in nome dell'annunciata «inclusione», che a questo punto potrebbe pure fare sfilare le Ong da sempre antimilitariste? E poi se la Difesa vuole «combattere contro le emarginazioni sociali», che pensi ai tanti militari affetti da stress post traumatico di combattimento, per anni incompresi, abbandonati e solo oggi timidamente recuperati per volontà del ministro Trenta.

La frase di Conte ha scatenato una valanga di irate proteste: «Bisognerebbe dire al Signor Conte di toglierei fucili a 5 della sua numerosa scorta» oppure a Di Maio «di disarmare cinque soldati che presidiano l'ingresso di casa 24 ore al giorno». E ancora in un crescendo: «Che ci vada lui (Conte) disarmato nelle retrovie a Kabul, a Mogadiscio, a Mosul oppure a Tripoli e Misurata» a parlare di pace.

Commenti

killkoms

Dom, 19/05/2019 - 15:39

incompetenti!

Daspo

Lun, 20/05/2019 - 00:23

Eccoli qua, arrivati if fine a denigrare quel poco di buono che resta a questo paese. I grillini si sono rivelati per quello che sono, incapaci di governare e di tenere testa alle pressioni. Sempre piu grato allw forze armate sempre piu deluso dalla politica.

apostrofo

Lun, 20/05/2019 - 02:10

Ma l'esercito della salvezza già esiste ...

oracolodidelfo

Lun, 20/05/2019 - 07:29

Questa Trenta.....non arriva neanche a Ventinove.

lappola

Lun, 20/05/2019 - 08:13

MA il 2 Giugno, mi sembra che arrivi dopo il 26 Maggio o mi sbaglio? Se ho ragione, il giorno 2 Giugno la ministra trenta tornerà in cucina a preparare la minestra per quattro.

marcovenezia

Lun, 20/05/2019 - 08:15

Assurdamente ridicolo,siamo sempre più la barzelletta del mondo,mi auguro che questo governo termini il prima possibile!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 20/05/2019 - 09:16

che pretendete da un'accozzaglia di diversamente intelligenti, dove ci sono quelli che credono nelle scie chimiche e forse anche terrapiattisti???

Ritratto di navajo

navajo

Lun, 20/05/2019 - 09:34

IL MINISTRO DELLA DIFESA DEVE ESSERE UN MILITARE.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 20/05/2019 - 09:38

Alla fin dell'avventura i grillofoni si danno allo sbraco: denigrare un'istituzione dello stato è semplicemente infantile, da pacifinti non pacifisti, quando sanno benissimo che le ff.aa., secondo la nostra costituzione adottano una linea difensiva. Visto che sono al governo perchè non sciolgono le ff.aa. invece di abbiare alla luna eper qualche voto in più? Se hanno le palle lo facciano. Al prossimo consiglio dei ministri..

Giorgio5819

Lun, 20/05/2019 - 10:15

navajo, " IL MINISTRO DELLA DIFESA DEVE ESSERE UN MILITARE.".... ma soprattutto deve essere persona di provato patriottismo ... non anti-italiano....

DRAGONI

Lun, 20/05/2019 - 10:21

SONO PEGGIO DEI RADICALI DEGLI ANNI 50.

sparviero51

Lun, 20/05/2019 - 10:37

CON QUESTA MASSA INFORME DI INCOMPETENTI IDEOLOGIZZATI ORFANI DEL COMUNISMO E DEL PACIFISMO D'ACCATTO STIAMO DANDO IL COLPO DI GRAZIA ALLA NOSTRA CREDIBILITÀ POLITICA GIÀ DURAMENTE PROVATA . LA DEMENZA DI ALCUNI ORGANI ESSENZIALI DELLO STATO STA PRODUCENDO UNA ULTERIORE FRATTURA DELLA SOCIETÀ CHE NON FA PREVEDERE NULLA DI POSITIVO SE NON UN RITORNO DEI CONFINI ANTECEDENTI AL 1860 !!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Turzo

Turzo

Lun, 20/05/2019 - 10:46

Non solo incompetenza manifesta, ma ignoranza da Trenta e lode! Se fossi per le truppe, in special modo di quelle impegnate nei vari fronti mondiali, farei la parata con il lutto al braccio per ogni vittima militare poi passando sotto il palco evitare il saluto, è d'obbligo!

Ritratto di Turzo

Turzo

Lun, 20/05/2019 - 10:55

Questa Minestra grullina a peritura memoria è quella che ha valutato azioni disciplinari per un generale indignato dal discorso anpi il 25 aprile?

lafinedelmondo

Lun, 20/05/2019 - 11:06

NON SOLO IL 2 GIUGNO, IL PRIMO MAGGIO, NATALE, PASQUA, SI POSSONO UTILIZZARE PER FESTEGGIARE: LO SPACCIATORE MACELLAIO NIGERIANO, IL VIOLENTATORE MAGREBINO, IL ROM RAPINATORE E ASSASSINO DI ANZIANE, IL MUSULMANO ACCOPPA CRISTIANI.... FERRAGOSTO NO PERCHE' LA POLITICA E I GRILLINI SONO IN FERIE DOPO IL GRANDE LAVORO DI INCLUSIONE...COI SOLDI NOSTRI

uberalles

Lun, 20/05/2019 - 11:09

Giusto l'articolo: togliamo la scorta armata agli onorevoli pacifisti, in quanto tali non corrono rischio alcuno...

ginobernard

Lun, 20/05/2019 - 11:21

la Trenta è in quota ai grillini ... meditate domenica prossima ... meditate

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 20/05/2019 - 11:23

cosa vi aspettavate da un "premier" ed ancor peggio dalla ministra della ex difesa che hanno fatto entrare nelle acque Italiane una carretta del mare,probabilmente collusa con i trafficanti di clandestini???

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Lun, 20/05/2019 - 12:16

ginobernard - 11:21 Da questi attacchi infantili e scriteriati, si può dedurre che nei sondaggi ufficiali non pubblicati nei 15 gg ante elezioni (come prevede una legge del menga), i 5s se la passano ancora male.

lappola

Lun, 20/05/2019 - 17:03

Qui si tratta di ignoranza magistrale, e all'ignoranza non c'è limite; proprio la ministra ce lo sta dimostrando. Signora ministra, il 2 Giugno è La Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, giornata che ricorda il referendum del 2 giugno 1946, quando gli italiani – all'indomani della Seconda Guerra Mondiale – furono chiamati a decidere il sistema politico del paese. Non è festa così per dire, alla quale si deve assegnare un significato; il significato ce lo ha già. Lei non lo sapeva, ma ci sono tante altre cose che lei non sa, invece quella che non so io è come hanno fatto a metterla a fare la ministra, si sono sbagliati con minestra di sicuro.