Adesso gli immigranti spendono i nostri soldi nelle sale da gioco

Per fare i soldi facili i profughi spendono gli aiuti dello Stato italiano nelle sale scommesse, in gratta e vinci e giocate su internet

Basate entrate in una sala scommesse per trovarli. Nella provincia di Cremona in questi giorni stanno aumentando le segnalazioni sulla presenza di profughi aiutati dallo Stato nelle sale dove si punta. Avete capito bene, gli extracee tentano la fortuna utilizzando quei due o tre euro al giorno che ricevono per le puntate: scommesse di calcio, gratta e vinci e quando capita anche qualche giocata sui siti internet che emulano le attrazioni di un casino'. A Cremona per esempio, un bel numero di migranti arrivati negli ultimi mesi dall'Africa, dopo aver affrontato il "viaggio della morte" in condizioni disperate e disumane, non ha resistito alla tentazione del gioco. Forse la strada più facile per raccattare subito qualche soldo, che, in caso di vincita, andrebbe nelle mani dei prossimi trafficanti per raggiungere il nord Europa. Certamente non si parla di grosse puntate, di grandi vincite, ma quello che pesa come un macigno e' l'aspetto morale. Pensare che i soldi dati dallo Stato italiano finiscano in gratta e vinci o sale da gioco fa male, perché anche se si tratta di pochi spiccioli per immigrato, a fare la quantità e' la somma di profughi arrivati e in arrivo.

Derubati di tutto dai trafficanti cercano disperatamente soldi nell'immediato per raggiungere altri paesi come Germania, Francia, Inghilterra, e come sempre in questi casi si prova a intraprendere la strada più facile e veloce. Perché loro, questo e' bene ricordarlo, non hanno nessuna intenzione di rimanere in Italia, ma nel frattempo i nostri aiuti continuano.

Tra le mille polemiche che accompagnano l’accoglienza dei richiedenti asilo, con un numero crescente di cremonesi alle prese, ormai da anni, con una crisi nera, vedere anche soltanto un euro di quelli messi a disposizione dei richiedenti asilo finire nel gioco lascia l’amaro in bocca. Ironia della sorte, ora la tendenza a varcare la soglia delle sale scommesse si e' consolidata, in particolare tra i migranti più giovani. Il via e vai non è passato inosservato ad alcuni frequentatori abituali delle sale scommesse che si sono subito scatenati con le segnalazioni.

Chissà se don Antonio Pezzetti, responsabile della Casa dell’Accoglienza che ospita i migranti fornendo aiuti e assistenza 24 ore su 24 riuscirà a fermare questa dipendenza da gioco che sta prendendo piede. Le raccomandazioni del sacerdote non mancano ma in questi casi servirebbero provvedimenti più incisivi.

Commenti
Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 14/05/2015 - 10:57

REGALANO SOLDI A GENTE CHE NON GLIENE FREGA NIENTE E NON PAGANO I RIMBORSI AI PENSIONATI, MA IL PIRLA CHE CI GOVERNA NON SI RENDE CONTO DI ESSERE RIDICOLO, BUGIARDO, DISONESTO E VENDITORE DI FUMO.

buri

Gio, 14/05/2015 - 11:01

niente di sorprendente, un cooperante ha detto pochi giorni fa che i soldi andavano dati alle donne che ne facevano buon uso, se dari agli uomini finivano in birra ed ora li vediamo finoire in slo machine

epc

Gio, 14/05/2015 - 11:07

Ma perchè provvedimenti? Ma bene! Almeno una minima parte dei soldi che lo Stato versa a queste risorse ritorna allo Stato! Ben vengano! Mettiamo cartelli pubblicitari di sale giochi davanti ad ogni posto in cui arrivano clandestini!

epc

Gio, 14/05/2015 - 11:08

E' proprio il caso di dire: perle ai p.....rofughi!

diegom13

Gio, 14/05/2015 - 11:11

Il bilancio dello Stato si fonda in maniera crescente sulla ludopatia. Quelli sono soldi che in buona parte tornano allo Stato. E quella è gente che, come tutti i poveracci, non è preparata a resistere alle tentazioni, non ha grasso per proteggersi. Più che l'immigrato che gioca, trovo immorale lo Stato che spinge a giocare.

epesce098

Gio, 14/05/2015 - 11:11

Se non altro restituiscono allo stato una parte di quello che lo stato ha regalato loro con tanta magnanimità rubandolo agli italiani.

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 14/05/2015 - 11:12

ecco perchè sono considerati risorse!!!!in pratica i cxxxxxxi italiano pagano tasse su tasse per mantanerli, chi ci guadagna sono le onlus e coop rosse e lo stato che in pratica si riprende i soldi! uno schifo di paese di mxxxa come l'italia penso sia difficile trovarlo in tutta la galassia

Ritratto di Marco Marconon

Marco Marconon

Gio, 14/05/2015 - 11:14

Mi sembra un'ottima notizia. L'80% di quanto giocato alle slot o ai nei Gratta e Vinci torna allo Stato. Un giro virtuoso di denaro che dovrebbe far piacere a chi specula su pochi euro a giorno. Ahi Bananas, vi mordete la coda inconsapevolmente. Comunque un articolo idiota in linea con altri editoriali di questo quotidiano.

Mechwarrior

Gio, 14/05/2015 - 11:14

Secondo voi in italia (dove non trovano lavoro gli italioti) come farà mai questa gente, che nemmeno parla la nostra lingua, a trovare qualche cosa da fare che sia retribuita? (non malavitosa)

paci.augusto

Gio, 14/05/2015 - 11:22

Una inaccettabile INFAMIA di questa lurida, ottusa, disonesta sinistra è questa di spendere CIFRE ENORMI per questi cialtroni stranieri clandestini, sottraendoli ai più legittimi bisogni di MILIONI DI FAMIGLIE ITALIANE in difficoltà!! Quando si è fornito un letto e una mensa ai bisognosi, cosa c'entra dare anche denaro??? VERGOGNA LURIDI DISONESTI!!!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Gio, 14/05/2015 - 11:22

Nel Paese dei Balocchi di Pinocchio, almeno, i nullafacenti diventavano asini e come tali venduti per farne pelle di tamburo. Una morale c'era. Nel Paese dei Balocchi di Renzi & C. la nullafacenza dura per tutta la vita, anzi si autoalimenta. La morale? Siamo messi maluccio. Sekhmet.

NON RASSEGNATO

Gio, 14/05/2015 - 11:28

Se ne sono accorti solo ora?. Le circa 30 risorse mantenute nell'albergo vicino a casa mia(pare circa 3 milioni di euro in questi anni) nella sala giochi ci passano il pomeriggio. La mattina accattonaggio e spaccio, la sera probabile visita di cortesia nelle nostre abitazioni

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Gio, 14/05/2015 - 11:30

Il "gioco d'azzardo" più pericoloso per una persona è nascere e diventare cittadino contribuente elettore della Repubblica Italiana. Giovani italiani: vi auguro di poter emigrare e costruirvi un futuro degno della vostra onestà d'animo e valorizzare quanto di valore morale ci hanno tramandato i nostri amati avi traditi da chi doveva garantire la tradizione delle umanistiche virtù.

moshe

Gio, 14/05/2015 - 11:32

... finchè troveranno i cog...ni che glieli danno e li vanno a prendere in mezzo al mare!

Antares-60

Gio, 14/05/2015 - 11:39

Se ne accorgono solo adesso? Fanno tutti così appena arrivano negli hotel che li accolgono, mostrano un foglietto con su scritto "dov'è la sala slot piu vicina"? Quando finiscono il "pocket money" inscenano proteste e bloccano le strade. Unica consolazione per questa "povera gente" il telefonino con gli auricolari, uno a testa, con tanto di ricariche gratuite, spesa tra l'altro che non vedo mai quantificata nelle "statistiche" e poi..di che marca sono i telefonini? Qualcuno lo sa?

volo_basso

Gio, 14/05/2015 - 11:52

Meglio alle slot che sigarette , alcool o droghe varie. Per lo meno tentano la fortuna cieca ; basta mettere i puntini sulle i avvisandoli che se commettono reati, qualsiasi esso sia, l'espulsione e' di dovere , immediata e senza ritorno e dovessero ritornare nuovamente in Italia, escluderli da ogni ulteriore aiuto con l'espulsione nel loro paese d'origine.

antonio54

Gio, 14/05/2015 - 11:53

Mi pare giusto. Tanto paghiamo noi, qual è il problema... per loro. Siamo dei cog..ni a geometria variabile.

Alessandro10

Gio, 14/05/2015 - 11:55

Premessa: vivo a Bologna vicino ad una sala scommesse legale. 2 episodi per farla breve. Un gg (2-3 anni fa) do un euro ad uno che vendeva i fazzolettini. Modi gentili ne appiccicoso. 2-3gg dopo passo davanti alla ricevitoria. Chi trovo dentro!? Il tipo, altre 2-3 persone che ti importunano per strada e molti nord africani. Orario in cui li vedo: 11:00 circa. Secondo episodio....(pochi gg fa) ero dentro un negozio di abbigliamento (primo pomeriggio), entra un ragazzo che vendeva fazzollettini che conosceva il proprietario..parlando disse: Non trovo lavoro...vado ancora in palestra. Io mi chiedo...è necessaria la palestra, scommettere se poi piangi miseria?!?...

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Gio, 14/05/2015 - 12:01

Un vecchio detto delle nostre parti racconta questo: Il denaro non sudato da tutti è sprecato.

Rossana Rossi

Gio, 14/05/2015 - 12:04

E vai, così si divertono pure...a quando forniremo loro anche le donne gratis?????

Ritratto di ilmax

ilmax

Gio, 14/05/2015 - 12:16

alla faccia della disperazione, come cambiano i tempi! da noi in guerra si andava avanti a pane e acqua e questi, mantenuti e giocatori d'azzardo.

Solist

Gio, 14/05/2015 - 12:18

alla faccia nostra

swiller

Gio, 14/05/2015 - 12:27

Stato delinquente criminale e farabutto.

plaunad

Gio, 14/05/2015 - 12:30

@ Marco Marconon, mi scusi, perché idiota? Forse perché non si parla in toni estasiati delle "risorse" provenienti dall'Africa

cabass

Gio, 14/05/2015 - 12:42

Meglio così. L'unica cosa certa con macchinette e grattini vari, è che lo Stato vince sempre... Per cui, da una parte i sedicenti rifugiati prendono i quattrini dallo Stato e allo Stato li ridanno nella vana speranza di averne di più!

Paolo Berlinghieri

Gio, 14/05/2015 - 12:50

Lo fanno anche i padri di famiglia italici sedicenti poveri. Non vedo lo scandalo. PB

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Gio, 14/05/2015 - 15:00

#Marco Marconon,miscusi ma se questo giornale non le piace e considera idioti gli artcoli perchè mai li legge approfittando della ospitalità,vada a fare i suoi commenti da un'altra parte,le saremo tutti grati.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Gio, 14/05/2015 - 15:13

Venghino siori, venghino in Italia. Avanti c'è posto per tutti venghino, venghino siori.... Siamo veramente alla frutta.....

titina

Gio, 14/05/2015 - 15:13

e noi, gente comune, a fare sempre sacrifici.

paci.augusto

Gio, 14/05/2015 - 15:26

@Paolo Berlinghiri-Veda, esimio compagno, che ci siano ANCHE padri di famiglia italiani che si giocano dei soldi è vero e triste. CERTAMENTE, però, si giocano i loro e non quelli che vengono corrisposti da uno STATO DISONESTO E FARABUTTO!! E poi, anche se per i sinistri conta poco e niente, si tratta di ITALIANI e non di CIALTRONI STRANIERI OSPITI NON RICHIESTI!!! Capita la differenza???!!

roseg

Gio, 14/05/2015 - 16:03

@ paolo berlinghiri,non prendertela se ti considerano mezzo scemo. Si vede che ti conoscono solo a meta'.

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 14/05/2015 - 16:16

Tralascio di dire cosa ne penso del dare i soldi agli immigrati perchè verrei denunciato, tuttavia il fatto che degli stranieri giochino a lotterie nazionali che dovrebbero riguardare solo italiani è una cosa che il Governo farebbe bene a far smettere. Non è pensabile che qualcuno si prenda, sia pure fortunosamente, i soldi di contribuenti italiani vincendo lotterie che riguardano unicamente l'Italia e i cittadini italiani.

gigetto50

Gio, 14/05/2015 - 16:23

.....ma scusate...lo Stato garantisce loro 75 Euro persona/mese (i famosi 2,5 € a giorno previsti oltre la pensione completa, lavanderia etc...etc... Non sono forse liberi se spenderli e se si, dove e come vogliono? Poi magari sperano in vincite milionarie con pochi soldi puntati...

Ritratto di fullac

fullac

Gio, 14/05/2015 - 16:34

ma per un attimo immaginiamo l'assurdo , si pescano il gratta e vinci da 2 milioni di euro! sarebbe fantastico ! poi per completare la vicenda un DL apposta per consentire l'incasso e magari trasferirlo all'estero....

eloi

Gio, 14/05/2015 - 16:41

buri Grazie della Sua nota. Quel cooperante era il sottoscrito. Quanto ho dichiarato sono le parolòe di un medico specializzato in malattie infettive molto conosciuto.

onurb

Gio, 14/05/2015 - 16:46

Sono testimone di come vengono spesi i soldi per gli "immigrati". Il vicino di casa, che ha perso il lavoro per la crisi da cui, dice Renzie, stiamo uscendo, ha trovato da fare in una delle tante cooperative che danno assistenza a costoro. Una volta la settimana arriva a casa con un furgone non suo e scarica casse di frutta e verdura e sacchetti pieni, di quelli che ti danno al supermercato quando fai la spesa. Sono sempre più convinto che l'immigrazione è un bel business. A tutti i livelli.

roseg

Gio, 14/05/2015 - 16:51

Marco Marconon LA BOCCA MAI COLLEGATA AL CERVELLO...CERVELLO??? Su 100 euro introdotti nelle macchinette il 75% ritorna ai giocatori,mi spieghi come torna allo stato l'ottanta per cento...hai una vaga cognizione della matematica caro,frequentato le scuole basse???e con scarso profitto eheheh.

onurb

Gio, 14/05/2015 - 17:33

Marco Marconon. Qui di idiota c'è solo il suo modo di pensare. Premesso che non tutto torna nelle casse dello stato (ci vorrà pur mettere un margine di guadagno per il gestore della sala giochi, o no?), secondo il suo ragionamento sarebbe opportuno dare più soldi in mano ai "migranti" in modo che costoro spendano ancor di più nel gioco e lo stato incassi più proventi. Si è dimenticato un piccolo particolare, cioè che i soldi lo stato li fa a suon di tasse e per darne di più ai "migranti" deve aumentare il prelievo dalle tasche del contribuente. E, secondo lei, con le tasse che pago dovrei finanziare il fancazzismo dei "migranti". Mi è già pesante il dover foraggiare tutta la pletora politica fancazzista. Se lei è masochista, dia un po' dei suoi denari a qualcuno dei tanti "migranti" sfaccendati che si incontrano per strada.